James Ellroy – Cronaca nera

781

Einaudi Editore / Collana Stile libero big
Anno 2019
Genere Poliziesco
112 pagine – brossura e epub
Traduzione di Alfredo Colitto

[divider] [/divider]

“La polizia brancola nel buio”. Quante volte si è abusato in cronaca nera di questa frase e quante volte gli inquirenti si sono sentiti davvero con una grande pressione mediatica addosso? E allora può capitare che si cerchi un colpevole a tutti i costi. Qualcuno che possa essere abbastanza credibile da poter avere commesso il fatto e che finisce nelle dichiarazioni di un informatore che l’ha saputo da un suo informatore che l’ha saputo a sua volta da un compagno di cella di cui non ricorda affatto il nome. La cinematografia di genere ha raccontato una miriade di storie simili. Ma in America per certe cose si finisce sulla sedia elettrica e a quel punto è meglio continuare a brancolare nel buio che cacciare le streghe.
Tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta in una America che cambiava socialmente e culturalmente sulle due opposte coste si consumavano due feroci crimini in grado di tenere l’opinione pubblica incollata alle notizie di tutti i media e mettere sotto pressione la polizia di due tra le città più importanti degli Stati Uniti. A New York in una estate caldissima vengono assassinate due ragazze di buona famiglia. L’evento è di quelli che sconvolgono una intera città e mettono sotto pressione gli investigatori fino a farli prima demotivare, poi maledire, infine far accettare a tutti una storia sconclusionata su un possibile killer tanto sfigato e improvvisato quanto feroce. Ma dov’è la verità?

Sulla costa opposta, qualche tempo dopo, viene ucciso Salvatore Mineo, Sal per il mondo del cinema. Attore che si è conquistato una pseudo fama fin da giovanissimo con pellicole importanti e di grande successo. Nell’ambiente hollywoodiano tutti sanno che Sal è omosessuale, che ha avuto relazioni con attori e registi famosi ma che non disdegna neppure storie occasionali nei bar e nei locali frequentati da gay. Il suo omicidio riempie le pagine di cronaca nera di una intera nazione e se pure il dipartimento di polizia di Los Angeles non ha nessuna pista credibile o attendibile fa di tutto per cercare un colpevole e chiudere in fretta una faccenda che rischia di diventare davvero spinosa. Ma chi ha ucciso sul serio Salvatore Mineo e perché?

Cronaca nera è l’apoteosi della scrittura e della narrazione di Ellroy i cui appassionati e fedelissimi lettori hanno imparato a conoscere fin dai suoi primissimi racconti.
Ellroy è un autore unico che ha imparato dai grandi che lo hanno preceduto, come Bukowski, ma accanto a uno stile asciutto e crudo lui ha aggiunto una fortissima conoscenza del territorio di cui parla e che fa da sfondo alla maggior parte dei suoi lavori.
Ellroy ha imparato a parlare come i malviventi di strada o i gangster della strip, e insieme ha appreso il linguaggio dei poliziotti e degli investigatori e soprattutto quello dei giornalisti. Così, amalgamando il tutto con il suo stile personalissimo, ha creato un vero e proprio nuovo modo di scrivere dove la narrazione è anche linguaggio e quest’ultimo è anche località e geografia.
In Cronaca nera la parte da leone la fanno i verbali di polizia dei dipartimenti di New York e di Los Angeles, ma è quello che l’autore ci scrive sotto e intorno a determinare il libro e a affascinare ancora una volta ogni lettore, che aspetta sempre con trepidazione ogni suo nuovo lavoro.
Ellroy è una delle poche certezze letterarie su cui gli appassionati di genere possono ancora contare e questo suo ultimo libro è brillante in ogni riga di ogni paragrafo.

Antonia del Sambro

[divider] [/divider]

Lo scrittore:
James Ellroy è uno dei più grandi autori di crime degli ultimi trent’anni e una delle voci più originali e potenti della letteratura americana contemporanea. Tra le sue opere maggiori, la quadrilogia di Los Angeles (Dalia Nera, Il grande nulla, L.A. Confidential e White Jazz) e la trilogia «Underworld USA» (American Tabloid, Sei pezzi da mille, Il sangue è randagio), oltre al memoir I miei luoghi oscuri. Nel 2013 Einaudi Stile Libero ha pubblicato Ricatto e, nel 2014, La Dalia Nera (graphic novel ispirato al romanzo di Ellroy e adattato da Matz e David Fincher, con i disegni di Miles Hyman). Con Perfidia (Einaudi Stile Libero 2015 e Super ET 2016) inaugura un nuovo Quartetto di Los Angeles, ambientato in California negli anni di Pearl Harbour.