James Patterson e Michael Ledwidge – New York. Codice rosso

740

Editore Longanesi / Collana La Gaja scienza
Anno 2019
Genere Thriller
304 pagine – rilegato e epub
Tradotto da Andrea Carlo Cappi


Nuovo libro di Patterson per l’Italia che vede come protagonista il detective Michael Bennett del NYPD, bravo poliziotto conosciuto come eccellente negoziatore, ma figura non troppo abituale per un eroe di una serie poliziesca. Tanto per cominciare, infatti, Bennett quarantenne vedovo è padre di ben dieci figli. Una specie di colorita tribù che riesce a crescere con l’aiuto di un nonno Seamus, pastore protestante, e di Mary Catherine, una bella, efficientissima e incantatrice tata. Michael Bennett è di ritorno da un breve viaggio in Irlanda. Da solo perché l’affascinante Mary Catherine, che aveva accompagnato in patria e ormai gli ha preso il cuore, ha dovuto fermarsi là per un contrattempo nella vendita dell’attività alberghiera della sua famiglia. Atterrato a New York, Bennett ha appena il tempo di digerire il jet lag, di affrontare la confusione dei figli abbandonati a se stessi e di recuperare suo nonno – ricoverato in ospedale a seguito di un leggero disturbo confusionale, conseguenza non grave di un recente ictus -, quando due improvvise spaventose esplosioni, compromettono gravemente la principale linea della stazione della metropolitana.

Il nostro eroe viene immediatamente convocato e coinvolto nelle indagini, ma i disastri non sono finiti perché ben presto ci sarà lo scioccante assassinio del sindaco che sta parlando in diretta per rassicurare i concittadini da un palchetto alzato all’esterno del quartiere generale delle indagini e, poco dopo, anche un drammatico e letale attentato esplosivo al Federal Building. Con la tensione alle stelle, Michael Bennett è costretto a prendere le redini di una situazione che rimanda con la mente all’11 settembre 2001, con l’America sotto attacco.
I newyorkesi non si lasciamo impaurire facilmente, ma stavolta sembra che qualcuno voglia fare davvero sul serio. Dopo due teatrali e mortali esplosioni provocate da ordigni figli di una tecnica paurosamente avanzata – con gli attuali progressi tecnologici questi moderni artificieri, sono in grado di realizzare i loro piani avvalendosi di semplici mezzi quali dei droni o peggio un cellulare o un normale tablet che persino un bambino sa usare – la frenetica New York, la città che non si ferma mai, è in grande agitazione. E tutte le forze dell’ordine sono in caccia.

Insomma il detective Michael Bennett, spalleggiato dalla sua vecchia amica e partner Emily Parker dell’FBI, deve individuare e catturare i criminali che si celano nell’ombra, approfittando del caos generato dagli attacchi. In una affannosa corsa contro il tempo, sfidando il più pericoloso nemico mai affrontato finora, si troverà costretto a ricorrere a ogni possibile risorsa, prima che il peggiore incubo di tutti rischi di trasformarsi in realtà mentre una serie di attacchi, sempre più devastanti, viene perpetrato contro la città da un gruppo terroristico non identificato. Il vero problema con questi “terroristi” è in pratica la loro invisibilità, e ogni volta i pochi indizi che lasciano dietro di sé sono assolutamente intenzionali. I loro occasionali complici infatti vengono sempre brutalmente eliminati in modo da rendere praticamente impossibile interpretare le loro vere motivazioni.

James Patterson & Company, stavolta l’alter ego del celebre scrittore è l’efficace Ledwidge, mostrano di nuovo la zampata del leone, senza mai rinunciare a una punta di humour neppure davanti a quella che sta assumendo i tratti di una epocale catastrofe. Eh già, perché con un diabolico e semi-fantascientifico attacco a New York in atto, la tensione sale, capitolo dopo capitolo, in modo esponenziale contemporaneamente alla paura del protagonista di trovarsi suo malgrado di fronte un premeditato rischio di annientamento globale. Una fiction ma fino a quando? L’uso ormai universale e incontrollabile della tecnologia che si allarga sempre di più dovrebbe farci riflettere sul potenziale rischio di sicurezza di tutte le città nel caso di simili insidiosi attacchi. Ognuno di noi in un domani può trasformarsi nel bersaglio di rancori, ripicche e incontrollati e ingiustificabili atti di vendetta. E stavolta perché? Qual è il vero scopo degli attentatori? Ritmo travolgente per una trama stuzzicante e piena di azione. Con un calibrato e rocambolesco compromesso tra i drammatici eventi e la vita domestica della famiglia Bennett.

Patrizia Debicke


Lo scrittore:
James Patterson, scrittore statunitense. Dopo gli studi, nel Massachusetts e nel Tennessee, si è trasferito a New York, dove ha lavorato per l’agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson, diventando il presidente della filiale americana. Vincitore nel 1977 del prestigioso premio Edgar per il miglior romanzo d’esordio (The Thomas Berryman Number), da allora si è imposto come uno dei migliori e più prolifici autori di thriller. La sua fama è legata soprattutto al personaggio di Alex Cross, lo psicologo cacciatore di serial killer interpretato sul grande schermo da Morgan Freeman in due fortunate trasposizioni (Il collezionista e Nella morsa del ragno), ma anche ai romanzi delle Donne del club Omicidi e alla serie Maximum Ride. I suoi libri, tradotti in tutto il mondo, solo negli Stati Uniti hanno superato le dieci milioni di copie vendute. Tra i suoi libri più recenti si ricorda La setta, uno dei capitoli della serie Witch & Wizard, pubblicato da Nord nel 2016; L’evaso, scritto insieme a Michael Ledwidge e pubblicato da Longanesi nel 2016 e sempre per Longanesi nel 2017 Peccato mortale scritto con Maxime Paetro e Chi soffia sul fuoco, scritto con Michael Ledwidge. È del 2018 Tradimento finale. Con l’ex presidente degli stati uniti Bill Clinton ha scritto il thriller Il presidente è scomparso. Nel 2019 escono La seduzione del male, Instinct e Qualcosa di personale (Longanesi) e Prova d’innocenza (tre60), scritto insieme a Andrew Gross. È anche autore di libri per ragazzi, tra cui si ricorda il bestseller Scuola media.