E. G. Scott – Un’amica particolare

862

Editore Sem
Anno 2020
Genere Thriller
310 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Maria Olivia Crosio


Matrimoni e altri disastri. Altro che Un’amica particolare!
Il romanzo di Scott è una vera diapositiva di tutto quello che implica vivere una unione ufficiale, con conti correnti in comune, spazi da dividere, carriere che si sovrappongono e solitudini interiori a cui si deve ovviare con dipendenze da farmaci o con rapporti extraconiugali.

Leggere Un’amica particolare scoraggia e fa arrabbiare in egual modo, ma anche riflettere e parecchio, perché chi mette tutti i sentimenti in un frullatore e poi apre il coperchio così che possano schizzare fuori e colpire ogni lettore in maniera differente.
Chi ha ragione tra moglie e marito? Chi tradisce di più e meglio? E quante forme di tradimento esistono in un matrimonio?

Lo sgretolarsi della famiglia alto borghese passa attraverso crisi economiche e sentimentali di una coppia Paul e Rebecca, entrambi di bell’aspetto, ambiziosi, bugiardi ed emotivamente fragili. Si amano e si desiderano, ma finiscono per allontanarsi per motivi economici e tradirsi con persone che a loro volta sono ugualmente incastrati dentro una vita incasinata. Ma quando scompaiono due persone legate a loro in maniera personale e individuale e la polizia inizia a indagare, allora, il romanzo sociale diventa anche un bel thriller psicologico dove ogni azione ne rimanda un’altra e la tensione corre sulla tragicità delle conseguenze date da innumerevoli azioni sbagliate.

La cosa più sorprendente e azzeccata del thriller di Scott è che ogni personaggio ha la sua storia che narra attraverso il proprio punto di vista e con il suo linguaggio. Questo permette al lettore di ascoltare più racconti in una stessa trama, di avere più verità guardate da visuali diverse. Ma oltre all’indovinata costruzione dei suoi personaggi, chi scrive incalza chi legge a considerazioni sulla società contemporanea dove la spregiudicatezza, il bell’aspetto e il successo nel lavoro diventano gli alibi perfetti per compiere qualsiasi nefandezza sicuri di poter essere perdonati perché è questo che esige la collettività di questo secolo.

La coppia come diapositiva di un mondo corrotto e consumista in una metafora agghiacciante che rende Un’amica particolare uno dei thriller più inquietanti apparsi in questa primavera 2020.
E se si considera che i due protagonisti tra omissioni e spregiudicatezze continuano a raccontare pagina dopo pagina quanto in realtà si amano, allora, la contrapposizione tra personaggi e narrazione diventa il paradosso che spaventa di più.

Il thriller di Scott, inoltre, si inserisce in un filone ben preciso di opere firmate U.K. che negli ultimi anni stanno spopolando proprio tra i lettori di mezza età che si ritrovano in questi romanzi ad alta tensione emotiva dove la paura non passa solo attraverso la narrazione, ma anche attraverso l’incapacità di restare sulla cresta dell’onda superata una certa soglia anagrafica. Rebecca e Paul in questo libro sono l’immagine esatta di queste nuove fobie sociali e collettive.
E questo spaventa parecchio.

Antonia del Sambro


Gli scrittori:
E.G. Scott è lo pseudonimo condiviso degli autori Elizabeth Keenan e Greg Wands, il cui romanzo di debutto, The Woman Inside, è stato un bestseller internazionale pubblicato nel 2019. Amici da oltre due decenni, hanno recitato, prodotto e scritto, insieme e separatamente, per il palcoscenico, lo schermo e la stampa. Nella loro vita precedente, Elisabetta è stata nell’editoria di libri per diciotto anni e leader di un laboratorio di scrittura per la NY Writers Coalition, e il suo lavoro è apparso in numerose raccolte di racconti. Greg ha lavorato presso l’istituto di New York, Corner Bistro, mentre scriveva progetti di fiction e cortometraggi e faceva volontariato con 826NYC come parte del loro programma di scrittura creativa per studenti. Entrambi risiedono nel West Village di Manhattan.