Anne Holt – La pista

864

Editore Einaudi / Collana Stile Libero Big
Anno 2020
Genere Thriller
536 pagine – brossura e epub
Traduzione di Margherita Podestà Heir


Anne Holt è scrittrice, avvocato e giornalista norvegese; autrice dei noir più famosi della Norvegia, pubblicati in Italia da Einaudi Editore. La Holt, dopo aver venduto dieci milioni di copie, torna in libreria con il romanzo La pista, prima indagine di Selma Falck, avvocata più famosa della Norvegia nonché ex atleta di fama mondiale.

Le rimanevano soltanto quattro giorni. Stava per perdere quasi tutto quello che possedeva. A parte la macchina che non avrebbe mai ceduto, e il gatto, che Jesso aveva minacciato di portarsi via.

Selma – il lettore scoprirà lentamente tutta la sua storia – nel peggiore periodo della sua vita si ritrova coinvolta in un caso di doping: una delle più famose atlete norvegesi di sci di fondo, Hege Chin Morell, viene infatti trovata positiva ad un farmaco in vendita liberamente in Italia.

I giorni erano spariti. Le notti non esistevano più. La luce lo tormentava e gli aveva rubato la percezione del tempo. Poteva essere lì da una settimana, due, un anno.

E chi è l’uomo rinchiuso in una stanza di cemento che lentamente si chiude su se stessa? Cosa ha commesso nel suo passato? Quale è la sua peggior paura, il suo peggior incubo?

Considerala una scommessa insistette lui con voce tagliente, – La tua ultima in assoluto. Se scopri come e perché un’atleta pulita e ai vertici mondiali risulta incomprensibilmente positiva all’antidoping e rischia di perdersi la sua più importante esperienza di vita, ti restituisco i soldi.

Jan Morell, padre della ragazza, uomo che ha alcuni conti in sospeso con Selma, chiederà dunque aiuto all’avvocata per scoprire la verità. L’ultima scommessa, così la chiamerà, perché Selma da tempo ha problemi di ludopatia.

Non sarebbe andata così. Haakon era morto. In modo inspiegabile, il figlio quasi ventisettenne di Vanja e Kristina era uscito di strada.

Un caso che rischia di complicarsi quando viene ritrovato il cadavere di un altro sciatore, Haakon, di cui Selma è inoltre madrina, nel cui sangue viene trovata la stessa sostanza trovata nel sangue di Hege. Chi sta cercando di sabotare la Nazionale Norvegese? E perché?
-…chi ha più da perdere come risultato del crimine? Se trovi la risposta a questa domanda, allora trovi la vera vittima del caso in questione.

Selma non sarà sola in questa avventura: al suo fianco Einar, amico ormai indigente, ex poliziotto, a oggi con alcuni problemi psichiatrici, che vive in strada. La pista è un romanzo che indaga a fondo in uno degli ambienti più conosciuti e amati dalla popolazione norvegese: lo sci di fondo, branca dello sci nordico, che vede proprio tra gli atleti norvegesi i migliori al mondo. Un romanzo dalle forti tinte noir in cui sarà possibile trovare complotti, segreti e storie personali interessanti che saranno capaci di coinvolgere il lettore.

Come sempre nei romanzi di questa autrice i personaggi femminili sono quelli a cui viene riconosciuto il ruolo principale: Selma, Hege e la madre di Haakon. Selma Falck, nuovo personaggio holteriano, è una donna che è stata capace di arrivare in vetta e che ora sta valutando i danni della caduta; Hege, così amata in quanto vincitrice ma così poco apprezzata in quanto di origini cinesi da una società, quella sportiva, che la vorrebbe di puro sangue norvegese; Vanja, madre di Haakon, che scopriremo avere un ruolo centrale all’interno della vicenda.
E un assassino, o forse più di uno, nascosto dietro ad una sceneggiatura, che ho trovato essere un colpo di genio da parte dell’autrice.

Personalmente ho conosciuto Anne Holt partendo dalla serie di Hanne Wilhelmsen, che consiglio nella sua interezza, e ho poi anche apprezzato le trasposizioni dei suoi romanzi, come Modus, serie tv tratta dal thriller psicologico La paura. La Holt ha uno stile semplice che la rende apprezzabile ad ogni lettore, anche al meno avvezzo al noir, e non manca mai di stupire con narrazioni intrigate e intriganti.

Adriana Pasetto


La scrittrice:
Anne Holt (1958), avvocato, giornalista e dal 1996 al 1997 ministro della Giustizia norvegese, è una delle piú importanti scrittrici di gialli scandinavi. Le sue due serie, quella incentrata sui detective Johanne Vik e Yngvar Stubø, nonché quella con protagonista l’ispettore di polizia Hanne Wilhelmsen, hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo. Della prima serie Einaudi Stile Libero ha già pubblicato Quello che ti meriti, Non deve accadere, La porta chiusa, La paura e Il presagio; della seconda, La dea cieca , vincitore del Premio Riverton per il miglior giallo norvegese dell’anno, La vendetta, L’unico figlio, Nella tana dei lupi, Il ricatto, La ricetta dell’assassino, Quale verità, Quota 1222, La minaccia e La condanna. Con La pista prende il via una nuova avvincente serie gialla, con protagonista l’avvocata Selma Falck.