Katrine Engberg – Il guardiano dei coccodrilli

712

Editore Marsilio / Collana Farfalle
Genere noir nordico
Anno 2020
416 pagine – brossura e epub
Traduzione di Eva Valvo


Arriva dalla Danimarca il primo romanzo di una serie ambientata a Copenhagen, esordio dell’autrice Katrine Engberg, ballerina e coreografa, che già aveva recitato nel film su Carl Mørck, personaggio nato dalla penna di Jussi Adler Olsen.

Siamo a Copenhagen, e il vecchio Gerner, andando a cercare alcune inquiline del palazzo si imbatte nel cadavere di una giovane: il sangue imbratta ogni angolo della stanza, il volto è deturpato. A occuparsi delle indagini sarà l’investigatore Jeppe Kørner, divorziato e con l’aria del classico sbirro sofferente, accompagnato da Annette Werner, donna forte e spesso di buon umore.

Così sarebbe tornato ad assomigliare a un poliziotto. Gli sembrava di essere il classico sbirro separato di cui si legge nei romanzi. Quello con il bar preferito e l’auto veloce, che portava la sofferenza impressa come un marchio sula fronte.

Julie viveva nel palazzo insieme alla coinquilina Caro e aveva un ottimo rapporto con la proprietaria Esther, donna troppo legata alle bottiglie di vino dal passato misterioso. Eppure anche lei, figlia del famoso Stender, magnate e mecenate, ha vissuto una adolescenza travagliata, che ha scelto di condividere con Esther.

La vittima era Julie Stender, una delle due giovani inquiline di Esther de Laurenti. Se avessero dovuto identificarla solo in base al volto sfigurato, non ne sarebbero stati sicuri.

Esther però, ora che è in pensione, si sta appassionando alla scrittura del suo primo romanzo: un romanzo giallo la cui trama sembra troppo simile a quello che sta avvenendo nella vita reale. Chi ha ucciso Julie sta anche leggendo la trama?

Doveva chiedergli quanto la conosceva. Doveva rivedere il suo manoscritto. Doveva decidere se dire o meno alla polizia che aveva ucciso Julie.

Le indagini porteranno alla luce segreti tenuti troppo a lungo nascosti, perché nessun segreto può rimanere nell’ombra per sempre. A esserne coinvolti non saranno solo Esther e gli investigatori Jeppe e Annette bensì un sistema di amicizie e favori che teneva in pugno la città di Copenhagen. E il manoscritto di Esther diventerà presto il luogo in cui investigatori e assassini potranno confrontarsi.

«Tu lo sai cos’è un guardiano dei coccodrilli?» Annette abbassò il finestrino e inspirò l’aria estiva a pieni polmoni. «Un uccello che si nutre degli avanzi rimasti in bocca al coccodrillo. l’uccello mangia e il coccodrillo si fa pulire i denti, per questo non lo divora. Finché fa bene il suo lavoro, sono tutti contenti.»

Katrine Engberg fa il suo esordio nelle librerie italiane con un noir che non potrà lasciare il lettore indifferente: i personaggi da lei creati hanno storie da raccontare, e sicuramente non potrete aspettare a lungo prima di voler leggere il seguito.
“Il guardiano dei coccodrilli” è un romanzo che contiene tutti gli elementi del classico noir nordico, e che in molti di noi amano: abbiamo l’investigatore con un passato che ancora lo fa soffrire, accompagnato però da una figura più chiara e limpida al suo fianco; abbiamo l’assassino intelligente che riesce spesso a essere un passo avanti rispetto alla polizia; abbiamo un finale inaspettato in cui però tutto acquisisce un senso.
E soprattutto ci sono segreti da svelare, colpi di scena da gustare. Lo stile della Engberg è lineare, mostra al lettore tutti gli aspetti del caso, e non è mai noioso o banale, ponendosi così tra le nuove scrittrici nordiche di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro. Interessante anche la scelta dell’autrice di utilizzare proprio il guardiano dei coccodrilli come metafora del romanzo intero: tra le ombre del nostro passato e le luci del nostro presente, accanto a noi, troveremo amici ma anche persone pronte solo ad avere un tornaconto personale.

Adriana Pasetto


La scrittrice:
Katrine Engberg, ex ballerina e coreografa con un passato in televisione e teatro, è tra le più belle sorprese del poliziesco nordico degli ultimi tempi. Il suo romanzo d’esordio, Il guardiano dei coccodrilli, primo episodio di una serie di cui Copenaghen – la sua città – è protagonista, sarà pubblicato in venticinque paesi.