Kathy Reichs – Il prezzo del passato

233

Editore Rizzoli / Collana Rizzoli Narrativa
Anno 2021
Genere Thriller
396 pagine – brossura e epub
Traduzione di Luisa Piussi e Isabella Zani


Ventiduesimo titolo della serie dedicata all’anatomopatologa forense Temperance Brennan, che troviamo alle prese con un caso molto particolare e soprattutto di un’attualità spaventosa.
Dopo che l’uragano Inara si è abbattuto sulla costa del South Carolina un bidone di plastica, di quelli usati per i rifiuti sanitari, è risalito in superfice a causa del mare in tempesta. All’interno vengono ritrovati i resti di due persone, senza vestiti, avvolte in un telo di plastica e legate con un cavo elettrico.
Davanti ai resti dei due corpi, Temperance viene colta da un ricordo del passato, di una situazione già vissuta anni prima in Canada. Un caso rimasto insoluto che aveva seguito con l’allora detective della Sûrete du Québec, ora investigatore privato e suo compagno, Andrew Ryan.
Molte cose coincidono: stesso fusto di resina, stesso cavo elettrico rosso papavero, stesso telo di plastica. Dita mozzate e denti cavati per evitare il riconoscimento delle vittime. Un unico foro di proiettile sulla nuca. Altri elementi cancellati per sempre dall’immersione in acqua per tanto tempo.

Temperance si convince che i quattro omicidi, quelli avvenuti in Canada e questi di Charleston siano stati perpetuati dalla stessa persona, per questo vola a Montréal per cercare di far riaprire dal suo Capo al Laboratoire de science, LaManche, il vecchio caso.
Per fortuna altre cose della sua vita si sono sistemate, come l’aneurisma che pendeva sopra la sua testa come una spada di Damocle, risolto con un delicato e riuscitissimo intervento, e il problema che aveva avuto sul suo lavoro, risolto con un cambio al comando dell’MCDC di Charlotte.
La stabilità raggiunta anche in campo sentimentale con Ryan l’hanno resa meno nervosa, meno impaurita e meno instabile di come l’avevamo colta nel precedente romanzo, quindi più caparbia e combattiva.
Dopo aver lasciato le indagini di Charleston, per ora completamente senza indizi, nelle mani della non proprio simpaticissima detective Vislosky, Tempe si butta a testa bassa, con l’aiuto di Ryan a risolvere l’enigma Canadese, per poi risolvere quello di Charleston.
Nel frattempo sulla Carolina del South, Charlotte, Charleston e dintorni, come se non bastasse la pandemia da Covid-19 (presa molto alla leggera devo dire), si abbatte un’altra inaspettata calamità: un batterio mortale, che non dovrebbe potersi trasmettere tramite contatto tra persone, ma che comincia a diffondersi rapidamente tra la popolazione, già stremata dalla lotta al Covid. Sembrerebbe che questa malattia sia dovuta a un semplice morso di cane o al graffio di un gatto portatori della Capnocytophaga canimorsus, ma l’organismo umano debba essere predisposto dalla mancanza di un gene nell’elica del DNA.

Brennan per venire a capo dei suoi casi sarà costretta ad utilizzare delle tecniche particolari per la sintetizzazione del DNA, a imparare svariate tecniche utilizzate nella composizione dei vaccini, come lo sviluppo dell’RNA messaggero e quello del CRISPR/Cas9, una proteina in grado di manipolare il DNA umano.
Non sarà facile per Tempe barcamenarsi tra materie che non conosce, ma quindici anni prima aveva fatto una promessa al corpicino ritrovato a St. Anicet, quello di scoprire chi fosse; quindici anni prima non c’era riuscita, ma ora ha questa seconda possibilità e armi molto più sofisticate da utilizzare e anche l’aiuto di svariati amici competenti, ma anche di vittime curiose. Riuscirà Temperance Brennan a scoprire l’identità dei quattro cadaveri?
Cosa hanno a che fare gli omicidi con la nuova epidemia che ha colpito Charlotte e il South Carolina?
Ma come se non bastasse, c’è anche la storia nella storia, che la povera Brennan, oberata di lavoro, lascerà nelle mani della sua amica Anne, che si trasformerà, temporaneamente, in un’investigatrice, per venire a capo della storia di Polly Beecroft e di una maschera funeraria di un secolo prima.

Il romanzo è come al solito fluido, la trama gialla scorre ritmata dando al lettore la possibilità di raccogliere gli indizi a mano a mano che segue la storia. Come sempre ci sono pagine del romanzo utilizzate per le spiegazioni scientifiche che potrebbero rivelarsi astruse per qualcuno, ma che per una curiosa come me, sono manna dal cielo.
Ho notato, però, in questo capitolo una differenza che solo chi ha letto tutti i romanzi dell’autrice dedicati a Temperance Brennan può notare. Piccolezze, come l’uso di un certo modo di parlare non proprio da Tempe o l’uso del turpiloquio, o il modo di colloquiare tra Ryan e la stessa Tempe che me li ha resi alquanto strani e forse un po’ diversi. Sembrerebbe un po’ un cambio di stile da parte dell’autrice o forse che so, una traduzione diversa? Ai posteri l’ardua sentenza. Comunque il romanzo come al solito è validissimo e Tempe non delude mai.

Silvia Marcaurelio


La scrittrice:
Kathy Reichs è antropologa forense e docente universitaria all’Università del North Carolina a Charlotte e consulente del Laboratorio di scienze giudiziarie e di medicina legale del Québec. Si è occupata professionalmente delle indagini sull’attentato alle Torri Gemelle e delle conseguenze dell’alluvione del 2005 al delta del Mississippi. Utilizza le sue competenze nei suoi romanzi di genere medical thriller, la cui protagonista, Temperance Brennan è un’antropologa forense, come la stessa autrice. La Reichs è laureata anche in antropologia e antropologia medica ed è stata consulente in Ruanda e ha testimoniato al tribunale delle Nazioni Unite sul genocidio perpetrato in quella nazione. É autrice, oltre che di romanzi, anche di testi tecnici sull’antropologia e l’attività forense. Viene pubblicata da Rizzoli. I titoli della saga di Temperance Brennan sono i seguenti: Corpi freddi (1998), Cadaveri innocenti (1999), Resti umani (2000), Viaggio fatale (2001), Il villaggio degli innocenti (2002), Ceneri (2003), Morte di lunedì (2004), Ossario (2005), Carne e ossa (2006), Skeleton (2007), Le ossa del diavolo (2008), Duecentosei ossa (2009), Le ossa del ragno (2010), La cacciatrice di ossa (2011), La voce delle ossa (2012), Le ossa dei perduti (2013), Le ossa non mentono (2014), La verità delle ossa (2015), Ossa – The collection (2016), Ossa di ghiaccio (2016), Predatori e Prede (2020) e quest’ultimo Il prezzo del passato (2021).