Harlan Coben – Fuga

586

Editore Longanesi / Collana La gaja scienza
Anno 2021
Genere Thriller
400 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Stefania Cherchi


Il sipario di “Fuga” si apre su Central Park, New York: il memoriale di John Lennon, meta globale di pellegrinaggio, luogo dell’immaginario collettivo per buona parte del mondo occidentale. Seduto lì, tra selfie di turisti e musicisti di strada, c’è un cinquantenne come tanti, Simon Greene, professionista e padre di famiglia. È disperato. La sua primogenita, Paige, brillante studentessa universitaria, è caduta nel tunnel della tossicodipendenza ed è scappata di casa.
Simon Greene, un uomo d’affari di successo di Wall Street, viveva una vita felice e piena finché Ora è infelice, in lutto per le decisioni di vita prese da sua figlia, Paige.
Paige non più la ragazza che la sua famiglia conosceva, ha recentemente lasciato il college, si è allontanata da casa, è diventata una tossicodipendente e poi è uscita dalla rete. Un pomeriggio, Simon vede per caso sua figlia, anche se la riconosce a malapena, mentre fa l’elemosina in una zona remota di Central Park. Preso alla sprovvista, si avvicina a lei e la prega di tornare a casa, desiderando disperatamente salvare sua figlia dalla vita che si è scelta. Invece, Paige, che è tesa e bellicosa, afferra la sua chitarra e corre, costringendo Simon a seguire e a scontrarsi con il suo ragazzo, un drogato di nome Aaron. Credendo fermamente che Aaron stia in qualche modo tenendo sua figlia contro la sua volontà, Simon lo affronta e le cose diventano rapidamente fisiche.

Dopo aver preso a pugni Aaron in faccia, un atto che è stato ripreso dalla telecamera da altre persone nel parco, Simon è quasi certo che il drogato lo accuserà. Invece, Aaron si scoprirà morto e Simon diventa il principale sospettato dopo che il filmato del loro confronto è diventato virale. Mentre la polizia sta indagando su Simon e sua moglie, Ingrid, la coppia si concentra su Paige e su dove si trovi. Usando la scena del delitto di Aaron come punto di partenza, cercano indizi che potrebbero portare a Paige, solo per ritrovarsi in una situazione molto più pericolosa di quanto avrebbero mai potuto aspettarsi…dove niente è come sembra.

Coben, un vero maestro della suspense, è noto per produrre colpi di scena ininterrotti, e qui offre un’altra storia avvincente che lascerà i lettori a riprendersi dal colpo di frusta dopo aver girato l’ultima pagina. A parte la trama a New York, un altro thread della trama segue un investigatore privato con sede a Chicago di nome Elena Ramirez, che è alla ricerca di un’altra persona scomparsa. Mentre la storia si svolge, diventa chiaro che entrambi i casi sono collegati, insieme ad altri accadimenti a Boston e nel New Jersey. Coben sa bene prendersi i suoi tempi per rivelare come i pezzi si incastrano tutti insieme… creando un colpo di scena finale che coglierà di sorpresa non pochi lettori. Quando si tratta di depistare e prendere alla sprovvista i lettori, nessuno è migliore di Harlan Coben, che continua a ottenere colpi di scena inaspettati e rivelazioni scioccanti.

I legami familiari sono ciò su cui si basa il romanzo e il modo in cui vengono risolti i misteriosi omicidi e la scomparsa di Paige. E anche dopo quello che sembra essere il culmine della storia e la conclusione delle questioni in sospeso, una grossa bomba attende negli ultimi paragrafi. È un segreto così importante che lascerà i lettori a chiedersi come lo gestirebbero molto tempo dopo aver finito il libro.

Andrea Novelli


Lo scrittore:
Harlan Coben (1962) è nato a Newark, nel New Jersey. Dopo la laurea in Scienze politiche, ha lavorato a lungo nell’industria del turismo e in seguito si è dedicato alla letteratura, divenendo una delle voci più significative del thriller. I suoi romanzi sono tutti best seller negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Francia, sempre in vetta alle classifiche del New York Times. È stato tradotto in 45 lingue e ha vinto l’Edgar Award. ­Fuga è il suo primo romanzo pubblicato da Longanesi.