Katrine Engberg – Ali di vetro

228

Editore Marsilio / Collana Farfalle
Anno 2021
Genere thriller
368 pagine – brossura e epub
Traduzione di Claudia Valeria Letizia


Che “Ali di vetro” sia stato pensato e confezionato dall’autrice come un vero e proprio thriller psicologico e sociale è indubbio. È una cosa che si evince da tutte le ricerche fatte durante la narrazione dalla poliziotta Annette Werner, che diventano, nel racconto autoriale un viaggio vero e proprio per scandagliare gli impulsi comportamentali dei vari personaggi.
Quello che la Engberg però fa, come passo aggiuntivo, è qualcosa che deve far riflettere e non poco tutti i lettori: la denuncia palese e senza sconti del sistema sanitario danese. E sì, cari lettori, proprio di un sistema che nell’immaginario internazionale è considerato la serie A del Welfare sociale. L’autrice in questo thriller mette a nudo tutte le fragilità di un Paese scandinavo ancora guardato da molti come una sorta di “terra promessa” in cui tutto gira magnificamente bene e in maniera precisa e corretta come in un orologio svizzero.

E invece la Engberg, coraggiosamente e determinatamente, spiega a chiare lettere che l’erba del vicino non solo non è più verde, ma a guardarla bene e da vicino, mette quasi paura.
Ed è tutto questo che rende Ali di vetro un thriller sopraffino e colto. Non la trama, che alla fine ricalca molti canovacci simili e che racconta di un killer che uccide persone legate a un istituto che accoglie giovani con problemi psichici chiamato “Residenza La farfalla”, e neppure le indagini dei due poliziotti protagonisti, che in ogni caso si danno da fare tantissimo. No. Quello che affascina e colpisce i lettori è la diapositiva precisa e crudele di un mondo che si riteneva perfetto e che invece accoglie persone avide e pronte a tutto nel nome del guadagno e del profitto.

I giovani sono vittime dei loro aguzzini, ma sono vittime principalmente e scandalosamente del sistema. Ed è questo che fa paura. È questo che prende allo stomaco i lettori. È questo che fa amare il romanzo della Engberg dalla prima all’ultima pagina.

Antonia del Sambro


La scrittrice:
Katrine Engberg è una scrittrice danese. Ex ballerina e coreografa con un passato in televisione e teatro, si è dedicata alla scrittura di romanzi polizieschi.
Il suo romanzo d’esordio, Il guardiano dei coccodrilli (Marsilio, 2020) è il primo episodio di una serie di cui Copenaghen – la sua città – è protagonista. Segue nel 2021 Ali di vetro (Marsilio).