Emiliano Bezzon – Legami di sangue

460

Editore Fratelli Frilli Editori
Anno 2021
Genere noir
240 pagine – brossura e epub


Giorgia del Rio è una psicologa di coppia e una psicoterapeuta. Da un po’ di tempo però ha scoperto una profonda passione per le investigazioni e la soluzione di un caso a Milano che ha seguito con l’amica, il capitano Doria Messina, le ha permesso di ottenere la licenza di investigatrice dal Prefetto della città.
Quando il parroco di Valsolda, località in cui ha già seguito un caso, le chiede aiuto, lei subito raggiunge il paesino con il compagno, Alberto, un colonnello dei carabinieri distaccato presso i servizi segreti, che è in riposo prima di partire per l’ennesima missione.
Pochi giorni prima, Claudio, un ragazzino di origine albanese trasferitosi da pochi mesi lì con la famiglia, è stata trovato morto al di sotto di un ponte. Le forze dell’ordine hanno liquidato velocemente il caso come suicidio, ma la famiglia non è convinta che si tratti di questo.

“Non sentiva solo il distacco e la mancanza delle persone
ma era stato privato dei suoi posti.”

Giorgia decide di indagare e dopo aver sentito le testimonianze dei familiari, della scuola e degli amici, si reca a Torino dove la famiglia viveva prima e da dove era fuggita in fretta e furia, per cercare le ragioni della morte di Claudio che sembrava non aver problemi tali da spingerlo ad un gesto estremo, tanto più che una seconda morte arriva a complicare il caso.

“Perché i legami di sangue non si spezzano nemmeno quando si varca la soglia.
Anzi, si rafforzano.”

“Legami di sangue” è il secondo romanzo con protagonista la psicologa detective Giorgia del Rio. Una lettura piacevole, un noir strutturato ed equilibrato dove la trama si annoda attorno a protagonisti complessi non soffocandoli, anzi portando le loro caratteristiche ad emergere. Un linguaggio semplice ma solido che tiene l’attenzione del lettore costante fino a coinvolgerlo non solo nelle azioni ma anche nelle emozioni che lo attraversano.
Curata la descrizione delle ambientazioni, spostandosi narrativamente parlando dalle rive di un lago, a piccoli borghi di montagna, fino a grandi città come Milano e Torino, delle quali non solo ci riempiamo lo sguardo delle bellezze artistiche di cui sono costellate, ma ci spingiamo fino a zone limite dove la vita quotidiana si fa più dura, in cerca di risposte non sempre facili da trovare, e di una verità difficile da accettare.

“Era proprio necessario andare a scavare nel dolore per capire cosa avesse causato la morte del ragazzo?”

Un romanzo che tratta molte tematiche come i rapporti familiari, i flussi migratori albanesi, la criminalità organizzata e di come questa cerchi il consenso della popolazione per espandersi, ma anche la passione per la lettura e il vasto e complesso mondo pieno di sfumature non sempre nitide che si cela nella vita di un adolescente. Il valore delle proprie origini, la capacità d’integrarsi in una nuova realtà e l’importanza dei legami di sangue, oltre ogni ragione, ogni problema, attraverso quel tipo di dolore che non può essere dimenticato.

Federica Politi


Lo scrittore:
Emiliano Bezzon ha pubblicato il racconto noir La notte del boss in Delitti e canzoni, edito da Todaro nel 2007. Assieme a Cristina Preti ha pubblicato i romanzi gialli Breva di morte e Le verità di Giobbe, entrambi editi da Eclissi, nel 2015 e nel 2016. Con i racconti Incubo di una notte di mezza estate, Lo sguardo del pesce, La mancia è gradita e Cala di Morte è risultato finalista dei concorsi “Giallolaghi” e “Garfagnana in Giallo” e pubblicato nelle relative antologie, edite da Morellini e Tra le Righe. Nel 2017 ha pubblicato il romanzo Il manoscritto scomparso di Siddharta con Robin, vincitore di diversi premi e concorsi e la raccolta di racconti I delitti della città in un giardino con Macchione. Quest’ultimo ha ottenuto il premio speciale per l’antologia di racconti al concorso “La provincia in giallo 2018”. Nel 2020 con Fratelli Frilli Editori ha pubblicato il romanzo Il delitto di via Filodrammatici e il racconto La villa della Regina nell’antologia I luoghi del noir.