Piergiorgio Pulixi – Il mistero dei bambini d’ombra

871

Editore Rizzoli / Collana Narrativa Ragazzi
Anno 2022
Genere Giallo
192 pagine – rilegato e epub


Piergiorgio Pulixi arriva in libreria con un nuovo romanzo.
Si tratta in qualche modo di un esordio perché con “Il mistero dei bambini d’ombra” il noto scrittore sardo ci regala un romanzo che si inserisce nel genere di narrativa per ragazzi. Protagonista assoluto di questa storia ambientata in una cittadina americana è il dodicenne Jake che da un giorno all’altro si trasforma in EROE /e. rò. e/ che, per definizione, è colui che per eccezionali virtù, coraggio e abnegazione s’impone all’ammirazione di tutti.
Jake Mitchell ha dodici anni e vive sereno con i suoi genitori a Stonebridge cittadina apparentemente tranquilla su cui però pesa il ricordo e l’ombra di un’oscura tragedia.
Nel lontano 1984 in una sola notte tutti i bambini al di sotto dei tredici anni erano scomparsi senza lasciare traccia. Di loro non si è saputo più nulla. Scomparsi. Come se non fossero mai esistiti. Camerette vuote, giochi lasciati nei cortili, posti vuoti a tavola, panni stesi e biciclette abbandonate. Centinaia di genitori affranti senza un luogo dove poter piangere i loro bambini.

Dopo tanti anni chi non ha lasciato il paese racconta questa storia come se fosse una leggenda, pare una di quelle storie che i genitori raccontano per mettere un po’ di paura ai figli. Quel tanto che basta per farli rientrare a casa presto la sera.
Victoria, che è la mamma di Jake, ne parla come “la leggenda dei bambini d’ombra” dice che qualcuno ogni tanto vede delle ombre e sente delle voci. Jake scopre dalle parole della sua mamma che per dodici anni la sua famiglia gli ha nascosto un terribile segreto perché tra i bambini scomparsi c’era suo fratello Ben di undici anni.
Ben era il fratello maggiore di Victoria che, più piccola di qualche anno, non era scomparsa solo perché si trovava in un campus estivo.
Victoria regala al piccolo Jake una Ernie Ball una pallina da baseball appartenuta allo zio che segnerà un legame attraverso il tempo e avrà un ruolo importante nell’evolversi della storia.
Proprio in quei giorni la vita del piccolo Jake viene sconvolta da un fatto drammatico perché il suo migliore amico Mike scompare nel nulla.
Jake incomincerà una sua personale ricerca, contro tutto e tutti, recandosi nei luoghi che conoscevano solo loro ma le sue ricerche sono vane.
Jake troverà degli alleati, come Courtney la sua compagna di classe carina e molto scrupolosa capace di ascoltare i suoi sogni, i Boys un piccolo gruppo di amici un po’ particolari, Rocket il cane del suo amico che si unirà alla banda per ritrovare il suo padroncino scomparso e, soprattutto, sentirà un forte legame con quello zio mai conosciuto. Lo sentirà presente, più vicino che mai e scoprirà quello che gli adulti non hanno scoperto nei trent’anni appena trascorsi.
Inizierà un percorso, tra realtà e magia che lo cambierà per sempre.

Incontro con l’autore a cura di Cecilia Lavopa, con Deborah Alice Riccelli

A parer mio questo romanzo è una partita vinta.
Pulixi non abbandona il suo stile e concepisce un romanzo pieno di mistero che si svolge su tre linee sospese. La linea che separa la vita e la morte, la linea che separa la verità dalla magia, e la linea che divide il bene dal male.
“Il mistero dei bambini d’ombra” nasce come un romanzo di narrativa per ragazzi e io mi sono chiesta che cosa mi avrebbe appassionata se lo avessi letto a dodici anni.
Sicuramente sarei rimasta affascinata da Jake, piccolo eroe senza paura del buio, delle ombre che con sguardo fiero fronteggia il male.
Avrei apprezzato i valori come l’amicizia, la lealtà, la ricerca della verità assoluta e la fedeltà. Sarei anche rimasta colpita dalla scelta dell’ambientazione e sarei corsa a cercare Stonebridge sul mappamondo e avrei messo la bandierina rossa che usavo da bambina per ricordare a me stessa i luoghi che avrei voluto visitare.

Ma l’ho letto oggi, che dodici anni purtroppo non li ho più, perciò ci sono altre cose che mi sono rimaste dentro. Ho percepito un vuoto. Il vuoto incolmabile della perdita che prova un genitore che sopravvive ad un figlio. Un lutto non elaborabile perché non c’è neppure un corpo su cui piangere o una tomba su cui portare un fiore. Un vuoto che lascia impigliati e inchiodati.
Poi però c’è il ricordo, trasportato da un amabile Caronte che non ha portato a termine il suo viaggio, che propende verso la vita che continua a scorrere che ci regala rinascite ai bordi delle assenze e quel vuoto lo riempie. Pulixi dà voce a una separazione che sfugge, che vive nel mistero stesso della morte, tra voci e ombre forse solo immaginate e ci unisce al ricordo di coloro che abbiamo amato.
Un romanzo per tutti. Consigliato dagli 8 agli 88 anni d’età.

Deborah Alice Riccelli


Lo scrittore:
Piergiorgio Pulixi ha fatto parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto, di cui è stato allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de fogu (Edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco, inserito nel trittico noir Donne a perdere (Edizioni E/O 2010). È autore della saga poliziesca di Biagio Mazzeo iniziata col noir Una brutta storia (Edizioni E/O 2012), miglior noir del 2012 per i blog Noir italiano e 50/50 Thriller e finalista al Premio Camaiore 2013, proseguita con La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014), vincitore del Premio Glauco Felici 2015, e Per sempre (Edizioni E/O 2015). Nel 2014 per Rizzoli ha pubblicato anche il romanzo Padre Nostro e il thriller psicologico L’appuntamento (Edizioni E/O), miglior thriller 2014 per i lettori di 50/50 Thriller. Nel 2015 ha dato alle stampe Il Canto degli innocenti (Edizioni E/O) vincitore del Premio Franco Fedeli 2015, primo libro della serie thriller I canti del male. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul «Manifesto», «Left», «Micromega» e «Svolgimento» e in diverse antologie. I suoi romanzi sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito. Altre pubblicazioni: Lo stupore della notte (Rizzoli, 2018), L’isola delle anime (Rizzoli, 2019) e Per mia colpa (Mondadori, 2021).