Will Dean – La caccia

278

Editore Marsilio Editori / Collana Farfalle
Genere thriller
Anno 2022
368 pagine – brossura e epub
Traduzione di Valeria Raimondi


Dopo aver lavorato a Londra, Tuva torna in Svezia, in una piccola cittadina di provincia vicino a una spaventosa foresta, per collaborare col giornale del luogo e stare accanto alla madre, malata terminale. È proprio in quei luoghi che suo padre è morto, dopo uno scontro con un alce, ed è proprio per questo che Tuva nutre una profonda paura nei confronti della natura selvaggia attorno a lei. Mentre lavora a diversi articoli che raccontano i piccoli avvenimenti cittadini, Tuva si troverà a dover indagare su un omicidio.

Cambio canale e mi sintonizzo sul notiziario locale.
«Cos’hai saputo, Nils?» chiedo. «Cosa ti ha detto precisamente tuo fratello?»
Nils guarda Lena.
«Pensi che si tratti di Medusa?» Si gira verso di me.

Il cadavere di un uomo, colpito in pieno petto da un colpo di fucile, viene trovato nella foresta e tutto fa pensare a dei vecchi omicidi, avvenuti ben prima della nascita di Tuva, nella stessa zona. Particolarità? I cadaveri ritrovati erano solo di genere maschile e venivano ritrovati privi dei bulbi oculari. Tuva, quasi fosse forestiera, dovrà conoscere meglio gli abitanti della cittadina e dovrà combattere la paura oscura e profonda che prova nei confronti della foresta.

È il vantaggio di essere sorda. Non sono affetta da una disabilità, cazzo, proprio no! Non sono disabile. Posso permettermi qualcosa che moltissimi altri non possono permettersi. Posso eliminare completamente i rumori quando ho bisogno di concentrarmi o di rilassarmi.

E se Medusa fosse tornato in azione? Tuva inizierà una ricerca nei segreti del luogo e dei suoi cittadini, talvolta rischiando di rimanere senza le batterie dei suoi apparecchi acustici. E quando i rumori degli alberi e degli animali attorno a sé diventeranno solo leggere vibrazioni, Tuva dovrà fidarsi del suo istinto…

«La foresta è sicura?»
Björn si gratta il mento. «I turisti e anche i residenti devono fare attenzione, sempre. Invito…»
«Sta dicendo che ci troviamo di fronte a un serial killer, e se è così avete idea di quando colpirà di nuovo?»

Sfogliando l’ultima pagina de “La caccia” ho ringraziato, nella mia mente, Marsilio Editori per aver portato in Italia Will Dean e il personaggio di Tuva Moodyson. In lingua inglese, il romanzo è uscito già nel 2018 e la serie che vede protagonista la giornalista svedese è già arrivata alla quarta puntata. Che l’autore, inglese di nascita, viva ora nei boschi svedesi si percepisce dalle atmosfere nordiche che riesce a descrivere nel romanzo: l’aria pungente, il buio opprimente e la terra selvaggia ci avvolgono durante la lettura e ci trasportano in luoghi incantanti e pericolosi. E se l’ambientazione non fosse abbastanza, ecco che arriva Tuva che, a causa della sordità, ci trasporta in uno spazio silenzioso in cui ogni nostra paura viene amplificata.

Parte centrale della storia è l’insidiosa foresta di Utgard, popolata da orsi e da alci e frequentata da impavidi cacciatori, e la popolazione della piccola cittadina in cui Tuva, per rimanere accanto alla madre, svolge la professione di giornalista. In quest’opera, l’autore ci conduce negli abissi dell’animo umano lasciandoci travolgere dal buio e dal gelo che si trova non solo nei meandri della foresta bensì nel cuore del serial killer che, col soprannome di Medusa, da anni si rende protagonista di efferati omicidi. Nonostante il ritmo incalzante, l’autore non obbliga il lettore a provare inquietudine trasponendo immagini colme di suspense ma lascia la mente libera di vagare nell’oscurità e di immedesimarsi con la protagonista e con l’ambiente circostante.

Il personaggio di Tuva, che sembra quasi abbandonato in un ambiente che non le si confà, è capace di creare una profonda empatia nel lettore e lo aiuta, passo passo, a comprendere le dinamiche di una piccola cittadina svedese, in cui lei stessa è straniera. Insomma, La caccia è solo il primo di quattro romanzi che sapranno appassionare il lettore e che faranno sognare tutti gli amanti – me compresa – dei nordici.

Adriana Pasetto


Lo scrittore:
Will Dean è cresciuto nelle Midlands orientali e si è laureato in giurisprudenza alla London School of Economics. Dopo aver lavorato nella City di Londra per diversi anni, si è ritirato a scrivere nei boschi della Svezia, dove insieme alla moglie vive in una casa di legno che lui stesso ha costruito. La caccia è stato selezionato nella shortlist del Not the Booker prize del Guardian, e Tuva Moodyson diventerà presto la protagonista di una serie tv.