Asa Larsson – Il sangue versato. I casi di Rebecka Martinsson. Vol. 2

445

Editore Marsilio / Collana GialloSvezia
Anno 2010
Genere Thriller
400 pagine – brossura e epub
Traduzione di Katia De Marco


Per gli amanti del Giallo nordico e più precisamente del giallo svedese la Larson ormai è una certezza, si prende libro e lo si apre sapendo già che quello che si leggerà sarà entusiasmante.
Sì è questo il termine più giusto e corretto perché le trame della Larson non lasciano assolutamente nulla, ma proprio nulla al caso. In quest’ultima, in particolare, l’autrice mette su la collaudatissima tecnica del giallo nordico dei pezzi di puzzle, apparentemente tutti sparpagliati e senza nessun collegamento gli uni con gli altri e lo fa in maniera sublime.
Mildred Nilsson fa parte attiva della parrocchia di Kiruna, la splendida località montana norvegese, la cui chiesa rossa con la sua architettura lappone è considerata tra le più belle di Europa. Non solo, Mildred dice messa anche nella chiesa di Jukkasjarvi, il villaggio che stava per scomparire e che grazie all’intuizione geniale di architetti e abitanti si è ritrovato a essere una delle località più famose al mondo per il suo spettacolare albergo di ghiaccio e la sua altrettanto spettacolare chiesa di ghiaccio. In questi posti dove l’inverno è buio e lunghissimo e i corsi d’acqua in estate generano umidità e insetti, mentre i boschi circostanti sono pieni di lupi, Mildred ha messo su il suo “piccolo” impero. Un affiatatissimo gruppo femminile di studi biblici, di sostegno alle donne vittime di violenza domestica, ai bambini abusati, a chi vuole fare “carriera” all’interno della chiesa svedese anche se è solo una donna.

Mildred è carismatica, forte, coraggiosa, appassionata, caparbia, indipendente.
E perciò le donne la venerano e gli uomini la temono, riconoscendone le enormi capacità.
Mildred però muore. Assassinata e appesa all’organo della chiesa.
Niente tracce. Niente piste concrete. Mille probabili colpevoli che però non possono essere indagati per mancanza di prove.
E questa è la storia di Mildred. L’altro mosaico che all’apparenza non centra nulla e che appassiona i lettori nello stesso modo è quello che appartiene a Rebecka Martinsonn l’avvocato di un grande e famoso studio di Stoccolma che però nella zona di Jukkasjarvi ci è nata e cresciuta e che dopo quello che le è capitato l’anno precedente è depressa, smarrita, arrabbiata, isolata, spezzata. Il suo studio, attraverso uno dei suoi capi, la manda “per distrarsi” a Kiruna a seguire un progetto imprenditoriale che riguarda proprio la chiesa e la congregazione di cui Mildred faceva parte. Qui Rebecka scopre dell’efferato delitto e ritrova l’ispettore di polizia Anna Maria Mella, entrata nella sua vita nel periodo più buio e complicato.

Forse i pezzi di puzzle di Rebecka e Anna Maria alla fine possono anche in qualche modo incastrarsi, ma la storia di Mimmi e di Zampe Gialle come se la possono spiegare i lettori se non con la straordinaria e pressoché unica capacità narrativa di Asa Larsson? Piccole perle di sottonarrazione che i lettori custodiscono anche dopo aver chiuso il libro e di cui sanno bene che la storia, i protagonisti, la suspense non ne avrebbero risentito affatto neppure se fossero stati tolti…ma vuoi metterne la bellezza!
Un thriller robusto, appassionante, di grande fascino c con ambientazioni spettacolari e che conferma l’indiscusso talento autoriale della Larsson.
Un plauso meritatissimo va anche a Katia De Marco, la “nostra” Katia, la traduttrice italiana in grado di armonizzare anche la granitica lingua scandinava in suoni tutti nostri perché Asa Larsson è un genio, ma noi lettori italiani vogliamo dannatamente e sempre un po’ di poesia.

Antonia Del Sambro

n.d.r.: il romanzo fa parte dell’iniziativa #unmeseingiallo delle librerie Feltrinelli dal 31 maggio al 26 giugno


La scrittrice:
Asa Larsson è cresciuta a Kiruna e vive con la sua famiglia a Mariefred. Avvocato fiscalista, ha pubblicato una fortunata serie di gialli tradotta con successo in 30 paesi, di cui Marsilio ha pubblicato nel 2010 Tempesta solare, Il sangue versato – premiati entrambi dall’Accademia svedese del Poliziesco – Sentiero nero, Finché sarà passata la tua ira e nel 2013 Sacrificio a Moloch. Del 2014 e sempre per Marsilio è la raccolta GialloSvezia. Racconti inediti dei maestri del giallo svedese, in cui appare, tra gli altri, il suo racconto giovanile Il postale.