Michel Bussi – Codice 612. Chi ha ucciso il Piccolo Principe?

392

Editore E/O Collana Dal Mondo
Anno 2023
Genere Giallo
192 pagine – brossura e epub
Traduzione di Alberto Bracci Testasecca


C’è un piccolo, tenero racconto che da quasi ottant’anni dalla sua prima pubblicazione, negli Stati Uniti, viene acquistato, tradotto, letto, raccontato, discusso, recitato, le cui frasi e disegni vengono stampati su diari, magliette, calendari, condivisi sui muri e sui social. Questo libro, il più tradotto al mondo dopo la Bibbia, è naturalmente Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, di cui esistono versioni in quasi tutte le lingue e dialetti del mondo.
Un interesse e una devozione che non accennano a diminuire, dovuti anche al mistero che circonda la scomparsa del suo autore, Tonio per chi lo conosceva bene, scrittore e aviatore francese, capace di scrivere libri meravigliosi, lettere passionali e affettuose, e compiere gesta incredibili con gli aerei, sia in ambito civile (dove è stato uno dei primi a sorvolare l’Atlantico con la linea interpostale tra Argentina e Francia), che militare (era tornato in patria a prestare servizio come volontario durante la Seconda Guerra mondiale).

Anche il grande giallista Michel Bussi, amatissimo in Francia e molto conosciuto e apprezzato ugualmente da noi per i suoi libri, a partire dal longseller Ninfee nere (pubblicato da E/O come tutti gli altri) ha sempre avuto questa favola, apparentemente per bambini – ma “tutti i grandi sono stati bambini una volta. (ma pochi se ne ricordano)” – sul comodino, e ha voluto dedicargli un intrigante e davvero piacevole giallo letterario: Codice 612. Chi ha ucciso il Piccolo Principe? (edizioni e/o). In questo libro, infarcito di citazioni tratte dal racconto e da altri scritti di Tonio, si va alla ricerca dell’inquietante analogia tra la scomparsa del Piccolo Principe e del suo autore, entrambi spariti in maniera poco chiara; che fine ha fatto il bambino arrivato dall’asteroide B-612? Come mai il pilota, con cui aveva stretto amicizia nel deserto, non trova il suo corpo dopo che questi è stato morso dal serpente? È davvero riuscito a ritornare sul suo pianeta per prendersi cura della sua rosa?
Il mistero è lo stesso che aleggia sulla scomparsa dello scrittore-aviatore: dov’è finito il suo aereo dopo essere precipitato in mare durante un volo di ricognizione? Come mai non è mai stato ritrovato il suo corpo? Perché in molti scritti faceva riferimento ad una sparizione improvvisa e indolore? Quali altri misteri si celano dietro le sue parole bellissime e oscure, in cui ogni interpretazione può dare un senso diverso alla storia?
Ecco allora che i protagonisti, un ex aviatore e ora meccanico di aerei, e una giovane detective appassionata del Piccolo Principe, ricevono l’incarico di scoprire quale arcano si celi dietro queste sparizioni misteriose, alla ricerca di indizi per la soluzione che Saint-Exupéry stesso ha celato nel testo, spostandosi tra diverse isole per incontrare altri esperti del libro, proprio come il Piccolo Principe visitava altri asteroidi incontrando i personaggi più bizzarri.

Un giallo imperdibile per chi, come me, è appassionato del Piccolo Principe (personalmente lo sono di tutti i volumi di Saint-Exupéry, soprattutto Il volo di notte, che trovo straordinario) e per chi vuole godersi un’avventura tra i mari e le pagine dei libri, tra le nuvole del cielo e le righe della corrispondenza, un rompicapo a cui, dopo ogni incontro, sembra di essere giunti ad una soluzione, per ritrovarsi di nuovo da capo a quello successivo, per chi vuole essere addomesticato da un libro (anche se non si sa mai chi addomestica chi), per chi vuole essere morso dalla febbre della lettura, per chi vuole sognare e sorridere guardando le stelle, perché, si sa, “l’essenziale è invisibile agli occhi”.

Mauro Cremon


Lo scrittore:
Michel Bussi è l’autore francese di gialli attualmente più venduto oltralpe. È nato in Normandia, dove sono ambientati diversi suoi romanzi e dove insegna geografia all’Università di Rouen. Ninfee nere (Edizioni E/O 2016) è stato il romanzo giallo che nel 2011, anno della sua pubblicazione in Francia, ha avuto il maggior numero di premi, e di cui le nostre edizioni hanno pubblicato anche la versione graphic novel. Dello stesso autore ricordiamo Tempo assassino, Non lasciare la mia mano, Mai dimenticare, Il quaderno rosso, La doppia madre, La Follia Mazzarino, Forse ho sognato troppo, Usciti di Senna, Tutto ciò che è sulla Terra morirà, Nulla ti cancella, oltre alla Caduta del sole di ferro e I due castelli, appartenenti alla serie N. E. O., tutti pubblicati dalle nostre edizioni.