Greer Hendricks e Sarah Pekkanen – La moglie tra di noi

1637

Editore Piemme
Anno 2018
Genere Thriller
396 pagine – rilegato e ebook
Traduzione di A. Martini

[divider] [/divider]

Vanessa, la ex-moglie di Richard, da quando è stata tradita e lasciata, si sente un’altra persona. Il suo rapporto con l’alcool è tornato ad essere quello di un tempo, malato e malsano. Nellie, invece, è la nuova donna di Richard che incarna perfettamente l’ideale di compagna impeccabile: di giorno lavora all’asilo con i suoi amati bambini e, di sera, è la cameriera di un bar in cui lavorano giovani pieni di sogni, idee e speranze per il futuro. Vanessa, tormentata dall’idea che il suo ex-marito si stia per risposare, non riesce a pensare a nulla se non a colei che diventerà la nuova “complice in amore” dell’unico uomo che abbia mai amato. Tutti i pensieri rivolti alla “futura moglie” si trasformano in una vera e propria ossessione ( “lei è l’ospite che nessuno ha invitato  e che non riesco a scacciare”) che impedisce alla donna di poter vivere serenamente e in pace la sua nuova vita da single. Un personaggio che sicuramente lascia senza parole è zia Charlotte: zia di Vanessa, artista e spirito libero, ha passato la sua vita ad occuparsi degli altri, magari anche trascurando se stessa.

Quando Vanessa si rende conto di quanto le proprie ossessioni la stiano trascinando nel baratro, ha paura; e il timore che si porterà dietro lungo tutto il corso della storia sarà sempre la stesso: quello di essere considerata pazza come sua mamma. Charlotte, pur non essendo mai riuscita ad avere figli, ha deciso di dedicare la sua vita alla sorella e, durante le sue cosiddette “giornate a luci spente”, di aiutare Vanessa ad andare avanti, e di crescere con una figura di riferimento. Ora, in un momento di totale difficoltà per Vanessa, sua zia vede ripetersi la stessa situazione di tanti anni prima e, di nuovo, instancabilmente, si mette a completa disposizione di sua nipote, accogliendola in casa e facendole da spalla su cui piangere. Una persona che riesce a rinunciare a tutto, pur di accompagnare delle figure fragili nel corso della loro vita. Cosa può esserci di meglio?

Zia Charlotte è la tipica anima libera, la tipica artista che ha capito il senso del nostro stare al mondo e che cerca di insegnarlo alle persone che ama. Ma, così come nella vita,  anche in questo libro le persone “sbagliate” sono quelle che pensano di avere tutto sotto controllo, che cercano di nascondere le proprie fragilità agli occhi degli altri con l’unico risultato di renderle dei mostri che divorano dall’interno. Questo libro, oltre ad intrattenere per la sua trama coinvolgente, ci fa riflettere sulle debolezze umane e su come la gente tenda ad isolare o a considerare “pazzo” chi non ha timore di mostrarle.

Un altro tema affrontato è il cambiamento: quanto può essere sconvolta una vita a seguito di un mutamento? La persona che esisteva prima di esso, non è più la stessa quando questo si verifica: si può quindi dire di essersi trasformati in qualcun altro? La risposta è che siamo completamente dipendenti da una serie di eventi che ci portano ad essere ciò che siamo, e che la storia di ognuno è dettata da ciò che ci è successo, dalle situazioni che hanno lasciato un segno indelebile e che hanno fatto sì che la persona che eravamo un tempo scomparisse, lasciando posto a qualcuno di nuovo e cambiato. Siamo tutti fragili.
Le due scrittrici sono riuscite a scrivere un romanzo coinvolgente, interessante, che lascia con il fiato sospeso fino alla fine e incuriosisce il lettore a tal punto da indurlo a divorare il libro per comprendere quale sia la realtà che si nasconde dietro ad ognuno dei personaggi.

Caterina Invernizzi

[divider] [/divider]

Le autrici:
Sarah Pekkanen è nata a New York, ma ora vive nel Maryland con il marito e i tre figli. Qui è riuscita a realizzare un sogno passando  dall’essere giornalista al potersi completamente dedicare a ciò che per lei conta di più: i suoi figli e la scrittura.
Ha già scritto molti altri libri; un esempio è “ L’amore non è il mio forte”, il suo primo romanzo, che ha avuto successo sia in Italia che all’estero.

Greer Hendricks, invece, è sempre stata la sua editor e, dopo tanti anni, ha deciso di lanciarsi in una nuova esperienza scrivendo un romanzo a quattro mani con la Pekkanen. Il risultato è stato uno dei più grandi successi dell’anno in America, venduto in trentacinque Paesi per cifre altissime e opzionato per il cinema da Amblin Entertainment.

sarahpekkanen.com
greerhendricks.com