Rob Hart – The Warehouse

1083

Editore DeA Planeta
Anno 2019
Genere Thriller
480 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Carlo Prosperi


Rob Hart, già reporter politico e scrittore, arriva sulla scena italiana con il romanzo, The Warehouse, edito da Dea Planeta. The Warehouse, presentato come il nuovo 1984, è infatti il libro in grado di mettere il lettore faccia a faccia con la società moderna, ed in parte anche con se stesso, lasciandolo in un vortice di domande e dubbi al termine della lettura. Ma cos’è la Warehouse?
Se il significato letterale del termine sarebbe infatti ‘magazzino’, il volume prende il titolo dal luogo in cui i protagonisti lavorano e vivono. Cloud è l’azienda leader nella produzione e distribuzione di prodotti di ogni genere – dai libri ai rasoi, dagli hamburger ai prodotti per la pelle – che ha inoltre messo a punto una nuova teoria, per cui merita menzione anche nella lotta al cambiamento climatico, per cui i lavoratori vivono nello stesso luogo in cui lavorano. O almeno ad una distanza massima di 15 minuti. Le MotherCloud, nate ormai in ogni luogo, contengono infatti anche appartamenti, ristoranti e luoghi di svago. Una prigione d’oro, questo potrebbe sembrare ad un primo sguardo.

O prendete la legge sulla Moneta virtuale, che ha spinto il governo centrale a rendere più sicura e diffusa la tecnologia della comunicazione di prossimità, così che potessimo smettere di stampare e scambiarci tutte quelle antigieniche banconote.
Lavoratori valutati in base ad un sistema a stelle, simile a quello utilizzato proprio sui portali di vendita per le recensioni, pagati tramite una moneta virtuale che non esiste in altro luogo. Eppure non può essere questa la più grande aspirazione di un uomo.
Zinnia.
Si svegliò. Lavorò. Si addormentò.
Paxton.
Si svegliò. Lavorò. Si addormentò.
Paxton è un uomo che ha perso la propria attività proprio a causa della Cloud. Zinnia è una spia assoldata proprio per mettere scoprire i segreti di Gibson, miliardario padrone dell’azienda ormai in procinto di morire. Protagonista di questa storia sarà però anche la loro vita: quanto costerà loro la libertà? Giorni che si susseguono, uno uguale agli altri, in un loop continuo. Ciò che c’è fuori vale di più di un semplice posto di lavoro?
Voglio dirti una cosa a proposito di Cloud. Cloud è il frutto delle nostre scelte. Siamo stati noi a consegnarle il predominio.
Hart porta nelle librerie un romanzo ambientato in un ipotetico futuro quanto più simile però alla nostra quotidianità: chi gestisce i nostri desideri? Come lavora chi infine riesce a metterli in pratica? Le aziende possono effettivamente influenzare le nostre scelte?

Un thriller di spionaggio che obbliga il lettore a porsi molte domande, non solo durante la lettura bensì nei giorni seguenti, quando ancora di più ci si rende conto di quanto la nostra vita – nei piccoli e nei grandi momenti – sia effettivamente ormai connessa indiscutibilmente alla tecnologia, alla velocità e al bisogno di sentirci parte di una comunità più ampia, che condivida le nostre idee e scelte.
Zinnia si strinse nelle spalle. «Siamo programmati per cercare l’approvazione. Non vogliamo altro.»
The Warehouse però non manca anche di indicare uno spunto di riflessione sulla condizione lavorativa dei suoi protagonisti: in Cloud le parole d’ordine sono precisione e velocità. Ogni candidato svolge una mansione specifica che viene svolta celermente, pena il licenziamento, alla conquista delle agognate ‘cinque stelle’, come se la vita di un elemento altro non fosse che la recensione ad un prodotto. Ed incredibilmente il lavoratore finisce effettivamente per incrementare la propria attività solo per poter vedere sul proprio CloudBand (orologio in dotazione) il giudizio massimo.

The Warehouse è il romanzo che meglio di altri sa racchiudere al suo interno l’intrattenimento e il pensiero critico sulla società moderna, con uno stile sintetico eppure ugualmente capace di trafiggere il lettore. Rob Hart è riuscito, con una penna lodevole, a muovere una critica feroce ad alcuni aspetti della società moderna.

Adriana Pasetto


Lo scrittore:
Rob Hart ha lavorato come giornalista, direttore editoriale di una importante casa editrice digitale dedicata al mondo del thriller, portavoce di un politico, e come membro del consiglio comunale della città di New York. Insieme a James Patterson, ha scritto a quattro mani il thriller Scott Free. The Ware