Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato – Il Puparo

1349

Editore goWare / Collana Pesci Rossi
Anno 2020
Genere Thriller
296 pagine – brossura e epub


Siamo a Villapolizzi, un paesino (di fantasia) sulle pendici delle Madonie, non lontano da Cefalù, in provincia di Palermo. Giacomo Reale è un fotografo sui trentacinque, che un giorno viene sequestrato da due mafiosi appartenenti alla famiglia Buttafava. Ma non ha fatto nessuno sgarbo alla mafia: riceve semplicemente l’incarico di curarsi delle fotografie del matrimonio di Maria Carmela, figlia del temutissimo boss latitante Ninì Buttafava noto come “U Puparu”, con don Pasquale. Mentre don Pasquale è un tipo piuttosto antipatico Maria Carmela, che Giacomo conosceva di vista ai tempi del liceo, è una donna bellissima e molto gentile, tanto che il fotografo se ne invaghisce subito.
La incontra di nuovo per scegliere l’album fotografico, e proprio in quella occasione la giovane riceve una telefonata che fa capire a Giacomo che Maria Carmela, per nulla innamorata di don Pasquale, sta organizzando di fuggire con l’amante; per vederla un’ultima volta, il fotografo decide di appostarsi vicino al luogo dell’appuntamento tra la donna e il compagno. Purtroppo perde l’orologio sul quale ha inciso le iniziali, che viene trovato un paio di giorni dopo sul cadavere di Maria Carmela, assassinata a colpi di pistola alla nuca.

I due autori, che nel 2018 sono stati insigniti del prestigioso premio “Garfagnana in Giallo”, ci accompagnano in una Sicilia sempre splendida ma meno turistica di quella che siamo abituati a vedere, quella dei paesini inerpicati sulle montagne, bellissima e romantica. La mafia è presente, anzi è chiave della storia, ma Lecce e Cazzato non ne romanticizzano i modi o le tradizioni: descrivono anzi i mafiosi come bestie feroci, terrificanti e spietate.
Il protagonista, Giacomo, forse è un po’ ingenuo, quasi un ragazzino da un certo punto di vista, soprattutto all’inizio con la sua infatuazione folle nei confronti di Maria Carmela. Inizialmente, in effetti, quasi risulta antipatico nella sua esagerazione, anche se poi gli autori, molto abilmente, mettendolo in serissima difficoltà, ci portano completamente dalla sua parte. Giacomo si appoggia molto agli amici, tra i quali spicca in particolare il simpaticissimo Ciccio, personaggio davvero ben riuscito nel suo risultare spesso quasi caricaturale ma mai poco credibile.

“Il Puparo” è un romanzo avvincente, che tiene il lettore incollato alla pagina con una storia appassionante, con personaggi – sia quelli centrali che quelli di contorno – ben scolpiti, ambientata tra l’altro in un paesaggio affascinante. È un libro che senza dubbio consiglio a tutti gli appassionati del genere.

Marco A. Piva


Gli scrittori:
Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato sono due amici che condividono la passione per la scrittura. I loro racconti Natale con il morto (2016) e Amaranto e Porpora (2018) sono stati pubblicati in appendice ai volumi del Giallo Mondadori. Dal racconto L’albero di Elisa (2018) è stata tratta l’omonima opera teatrale a cura della compagnia Trinaura Teatro. Nel 2018, sempre edito da goWare, hanno pubblicato il thriller La via del silenzio, finalista al Premio Letterario Garfagnana in Giallo, più volte bestseller di Amazon.