Christian Frascella – Cadaveri a sonagli

689

Editore Mondadori / Collana Il giallo Mondadori
Anno 2020
Genere Giallo
384 pagine – brossura e epub


Lea e Nicola, due ladri improvvisati, ma decisi a tutto; Gianni Romoli, padrone di un ristorante che decide di cogliere l’attimo; Rocco Coce, un incapace convinto di essere furbo; Omar, un dobermann pinscher; Dora Baron, un’ispettore che ama le sorprese; Cosma e Damiani, due poliziotti che si chiamano come i santissimi della tradizione; Riccardo Rua, un assicuratore che sta sputando l’anima. E naturalmente Carla, la vittima innocente.
Sono alcuni dei personaggi di questo romanzo violento ed esilarante di Christian Frascella, autore della fortunata serie di Contrera, l’investigatore che ha l’ufficio in una lavanderia a gettone in Barriera di Milano. Frascella molla la serie (temporaneamente?) e si cimenta in una storia follemente cattiva che si svolge a Santa Margherita, un paesino delle Langhe dove, fino a quel momento, non era mai successo nulla. Della trama non ve ne voglio parlare, in parte perché leggendo il romanzo le tegole ti arrivano in testa quando meno te l’aspetti e in parte perché sarebbe difficile non fare rivelazioni.

Lo humour e l’ironia di Frascella qui si sposano con la crudeltà con cui sa descrivere i suoi protagonisti, mettendoli a nudo e, spesso, alla berlina. Non c’è un personaggio principale perché lo sono tutti; si alternano in una sequenza di quadri sempre più frenetici dove l’inatteso è sempre dietro l’angolo e la tensione sale con la velocità del lampo. Scene divertenti si susseguono in un caleidoscopio di crudezza che getta in faccia al lettore caratteri che tutti i giorni può incontrare per strada o vedere su Facebook. Nessuno di loro è una persona per bene; i sentimenti che portano avanti Lea, Nicola, Gianni, Carlo, Rocco e gli altri è l’avidità, quell’avidità stolida che impedisce loro di pensare a una logica sequenza di azioni e che li porta inesorabile verso il gorgo che la vita ha preparato per loro.

La scrittura di Frascella è ricca, bella, piena, divertente. La sua capacità di descrivere le persone, gli stati d’animo, i dubbi e le frustrazioni è spettacolare. I dialoghi sono la vera intelaiatura sulla quale poco per volta si costruisce la storia, una capacità che ti fa affezionare a personaggi che tutto meriterebbero, tranne il nostro affetto. Leggendo si incontrano reminiscenze alla Elmore Leonard, crudezze alla Cohen (i fratelli, non il cantante), ma qui non ci sono le praterie americane o gli altopiani innevati del Montana. Il paesaggio è italiano, così come lo sono i personaggi; miseramente, incondizionatamente, irrimediabilmente italiani.

La capacità di costruire una trama che funzioni come un orologio non è cosa da tutti. Nella vicenda i secondi si sgranano senza sbavature, si raccolgono in minuti che vanno a formare le ore che compongono questa unica giornata di raccapricciante normalità, dove non esiste redenzione. Nemmeno per Omar, il piccolo dobermann pinscher che altro non è se non un minuscolo ingranaggio di questo potente meccanismo.

Enrico Pandiani


Lo scrittore:
Christian Frascella è nato a Torino e attualmente vive a Roma. Oltre alla serie dell’investigatore Contrera (pubblicata da Einaudi), ha scritto diversi libri, tra cui il romanzo cult Mia sorella è una foca monaca (Fazi editore) e Brucio (Mondadori), quest’ultimo in procinto di diventare un film.