Holly Jackson – Come uccidono le brave ragazze

2364

Editore Rizzoli / Collana Ragazzi
Anno 2021
Genere Thriller
464 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Paolo Maria Bonora


Nell’ aprile 2012 la piccola cittadina inglese di Little Kilton viene sconvolta dalla scomparsa della diciassettenne Andie Bell. La popolare e bellissima studentessa viene vista per l’ultima volta dalla sorella intorno alle 22.30 e alle 22.40 la sua macchina viene registrata da una telecamera di sorveglianza mentre si allontana da casa. Da quel momento Andie scompare nel nulla. A dare l’allarme i genitori che l’hanno aspettata invano dalle 00.45, orario di conclusione di una cena cui sarebbe dovuta tornare a prenderli. Inutili le ricerche di polizia e volontari, gli appelli della famiglia e degli amici. La bionda diciassettenne, quella che sarà definita da tutti come “l’Angelo di Little Kilton”, scompare nel nulla e di lei non se ne avrà più traccia. Pochi giorni dopo la scomparsa, nei boschi intorno alla cittadina, viene ritrovato il corpo di Sal Singh, fidanzato di Andie, apparentemente reo-confesso e suicida e con addosso il cellulare della studentessa. Di origini indiane, da subito al centro dei sospetti, Sal viene immediatamente riconosciuto dalla polizia e dall’opinione pubblica come unico responsabile dell’omicidio della ragazza e il caso viene archiviato, nonostante il corpo di Andie non sia mai stato ritrovato.

Ma c’è chi non crede alla versione dei fatti così come ricostruiti dalla polizia e dai giornali, chi crede che l’indagine sia stata chiusa frettolosamente e che Sal sia stato accusato senza il dovuto approfondimento. La brillante studentessa Pip Fitz-Amobi, dedicherà infatti, nel 2017 – a distanza di ben 5 anni – il suo progetto di fine anno scolastico proprio al caso della scomparsa di Andie Bell e al ruolo che ebbero ai tempi giornali, stampa e social media. Pip, partendo quindi dalla ricostruzione delle ultime ore di Andie e di Sal, trasformerà il proprio progetto scolastico in una vera e propria indagine, che la porterà a scoprire verità scomode e a far luce sulle molte zone d’ombra della piccola comunità inglese, in un intreccio di segreti, bugie e omissioni che sveleranno le reali dinamiche della cittadina e il vero volto dei due ragazzi.

“Era questa la vera Andie Bell, nascosta dietro quel sorriso perfetto, dietro quegli scintillanti occhi azzurri?”

Thriller Young Adult carico di suspence e ricco di colpi di scena, l’esordio di Holly Jackson – che presto diventerà una serie TV – attura dalla prima all’ultima pagina con uno stile fresco, giovane e accattivante. Veloce e scorrevole, grazie anche all’interessante espediente di inserire all’interno della narrazione appunti, trascrizioni di dialoghi, mappe, screenshot di messaggi, schermate di mail e di Facebook, il racconto appare ben ritmato e particolarmente adatto al target cui si rivolge. Ottima quindi la costruzione del romanzo, ben strutturata la trama.
Interessanti e ben caratterizzati anche i personaggi. Prima fra tutti Pip, diciassettenne moderna e intelligente, inserita in una famiglia multietnica e presente, empatica, capace di valide intuizioni, coraggiosa e determinata, manterrà durante tutto il racconto la sua accezione fortemente positiva. Attraverso la sua indagine, infatti, meticolosa e puntuale, e grazie ad un utilizzo scrupoloso dei social – in particolare di Facebook e YouTube -, sarà in grado di far luce su tutte le persone che a diverso titolo hanno popolato la vita di Andie e Sal, adolescenti e adulti, compagni di scuola, familiari, membri delle forze dell’ordine e giornalisti, svelando incongruenze, debolezze e meschinità, nonché le relazioni fra loro sottese e i legami più o meno palesi. Una lista di sospetti e sospettati che si allungherà durante tutto il racconto, da cui nessuno sembrerà salvarsi se non nelle ultimissime pagine, quando l’intricato groviglio di relazioni sarà rivelato e ogni tassello finalmente collocato nel posto che gli compete.

“Come uccidono le brave ragazze” si presenta quindi come un romanzo in grado di avvicinare anche i più giovani, perfetto per adolescenti e giovani adulti, ma anche per chi cerca un thriller contemporaneo che riesca a fotografare le abitudini e le dinamiche dei millennials. Holly Jackson mostra tutte le sfaccettature e i lati oscuri di una generazione, superconnessa, tecnologica e smart, in cui i social giocano un ruolo da protagonisti imprescindibili, ma che rivela in realtà fragilità e insicurezze di chi, affacciandosi all’età adulta senza una consapevolezza e una solida sicurezza di sé, sente ancora più forte il bisogno di approvazione e di consenso dell’altro. Temi importanti ed attuali come il bullismo, il cyberbullismo, il razzismo e l’abuso di droghe e alcol fanno pertanto da sfondo ad uno scenario spesso carico di solitudine, indubbiamente realistico, in cui il silenzio e la mancanza di comunicazione e relazione con l’adulto e in particolare con la famiglia svolgono un ruolo fondamentale nelle vite di questi ragazzi.
Un accenno, in conclusione, all’edizione italiana del romanzo. Sapientemente curata da Rizzoli, appare fresca e moderna, adatta al target cui si riferisce. Perfetta e accattivante la copertina, in grado di attirare l’attenzione grazie ad uno stile contemporaneo.

Linda Cester


La scrittrice:
Holly Jackson si è laureata all’università di Nottingham, dove ha studiato linguistica letteraria e scrittura creativa. Vive a Londra, dove trascorre il suo tempo libero con i libri (che legge e scrive), con i videogiochi e con i documentari sul crimine, immaginando di essere una detective. Questo è il suo primo romanzo e presto diventerà una serie TV.