Juan Gómez-Jurado – Regina Rossa

360

Editore Fazi / Collana Darkside
Anno 2021
Genere Thriller
430 pagine – brossura e epub
Traduzione di Elisa Tramontin


Jon Gutierrez è un ispettore di polizia presso il commissariato di polizia di Bilbao. Ha 43 anni, è omosessuale e vive ancora con la madre. A suo dire è diventato un poliziotto perché nella vita ha sempre avuto paura, di tutto e di tutti, e questo mestiere è diventato un modo per esorcizzare i suoi demoni.
Jon Gutierrez ha commesso un errore che gli è costato molto caro. Nel tentativo d’incastrare il pappone di una giovanissima prostituta tossica, è stato immortalato in un video che ha iniziato a dilagare in internet più veloce di un virus: stava nascondendo della droga nella macchina di quell’uomo, passando così agli occhi dell’opinione pubblica, come un poliziotto corrotto.
E’ stato sospeso dal lavoro e dallo stipendio e mentre si trova in questo limbo viene avvicinato da un soggetto che gli propone una via di fuga discreta alle polemiche che ruotano attorno al suo nome. Deve contattare una persona e convincerla a seguirlo dove gli sarà indicato.
E’ così che Jon incontra Antonia Scott, una donna dal passato controverso, con un’intelligenza acuta e brillante. Antonia non è una poliziotta né una criminologa ma da tempo lavora con Regina Rossa, un’unità segreta dedita alla cattura di criminali di altro profilo in tutta Europa. Ma dopo un tragico evento di cui si sentiva responsabile si era isolata dall’unità.
Inaspettatamente decide di seguire Jon, raggiungono Mentor, il responsabile di Regina Rossa, sul luogo di un delitto che viene nascosto ai canali di polizia ufficiali e all’opinione pubblica.

“Tutto in quella scena del crimine, in quell’indagine, è sbagliato, non segue nessun protocollo né si attiene al codice di procedura penale né alle norme stabilite.”

Inizia così per i due un’indagine che li assorbe completamente. Il figlio di una famiglia ricchissima viene trovato assassinato nel salotto di casa. Contemporaneamente la figlia di un importante uomo d’affari viene rapita. In entrambi i casi i genitori affermano di aver ricevuto la chiamata di un uomo che si fa chiamare Ezequiel, ed in entrambi i casi non sono disposti a fornire informazioni su ciò che è stato richiesto loro.
Il collegamento è evidente, e la possibilità che il killer faccia un’altra vittima, costringe i nostri protagonisti ad un’indagine serrata che diventa una lotta contro il tempo in cui scontrarsi con verità scomode, con pregiudizi da abbattere, con sospetti e dubbi difficili da sbrogliare.
“Regina rossa”, thriller firmato da Juan Gómez-Jurado, è il primo thriller di una trilogia che in Spagna ha riscosso moltissimo successo e credo che succederà anche qui in Italia perché ha tutte le carte in regole per essere un ottimo romanzo di questo genere. Una scrittura semplice e immediata che coinvolge nella lettura. Personaggi ben costruiti e carismatici con caratteristiche interessanti che alimentano la curiosità nel lettore e una chimica che si fa palpabile dal loro primo incontro. Una trama complessa che si lega perfettamente all’ambientazione spagnola e che ci trasporta sulle strade suggestive delle sue città ma non solo.
“Regina rossa” è un romanzo che affronta diverse tematiche interessanti e attuali lanciando riferimenti alla realtà e alla società in cui viviamo. Ma anche tematiche più intime, come il rapporto tra genitori e figli in cui non mancano risvolti irrisolti; l’amore di una donna per un uomo che muta ogni altro orizzonte possibile; la presunzione di ergersi a giudice e richiedere vendetta, punizioni o castighi senza il minimo senso di colpo o rimorso.
Una lettura veramente interessante e adrenalinica che lascia addosso la voglia di tornare in Spagna, e di sapere in cosa si troveranno coinvolti nel secondo volume di questa trilogia i nostri protagonisti.

Federica Politi


Lo scrittore:
Juan Gómez-Jurado, nato a Madrid nel 1977, è un giornalista e un romanziere tradotto in quaranta lingue. La trilogia composta da Regina Rossa, Lupa Nera e Re Bianco ha avuto un successo clamoroso, con oltre un milione di copie vendute, e l’ha consacrato come l’autore di thriller spagnolo più venduto di sempre, nonché come uno dei massimi esponenti del genere a livello internazionale.