Megan Goldin – La spiaggia

547

Editore Einaudi / Collana Stile Libero Big
Anno 2021
Genere Thriller
384 pagine – brossura e epub
Traduzione di Carla Palmieri


Trigger warning: alcuni dei temi trattati in questo romanzo, quali violenze e abusi sessuali, potrebbero fortemente urtare la sensibilità del lettore.

Rachel Krall è una famosa conduttrice di podcast che riguardano spesso crimini mai commessi, ed è ora impegnata a seguire il processo che si tiene a Neapolis e che vende imputato un giovane accusato di aver abusato sessualmente una ragazza della città. Rachel si addentra così in un caso che, comunque finirà, avrà sconvolto e sconvolgerà le vite dei protagonisti e della cittadina.

Spero che Neapolis ti piaccia, Rachel. La costa è di una bellezza maestosa. Una bellezza un po’ da cartolina, se vuoi. Ma non lasciarti cullare, non sentirti troppo sicura: ricordati che è bella solo in superficie. Sotto è infida. Non bisogna mai sottovalutarla.

Arrivata a Neapolis però inizia a ricevere anche messaggi da una ragazza, Hannah, convinta che la morte della sorella avvenuta venticinque anni prima non sia stata causale come invece sembrano decretare le autorità: Jenny Stills è davvero morta annegata oppure dietro la sua morte si celano crimini orribili?

E così, se oggi qualcuno di voi mi chiedesse: “Rachel, sei mai stata vittima di una aggressione sessuale?” io dovrei rispondervi di sì.

Rachel, che è sempre stata profondamente attenta a non farsi notare, decide quindi di indagare scoprendo che in quella città qualcuno ha cercato, e forse sta ancora cercando, di mettere a tacere un passato che potrebbe sconvolgere anche il presente, mentre il processo più seguito in città divide fortemente l’opinione pubblica.

Io sono Rachel Krall, e questo è “Colpevoli o innocenti?”, il podcast che vi fa entrare nel recinto dei giurati.

“La spiaggia” è un legal thriller che sa anche sapientemente mescolare l’aspetto psicologico facendo forza su tematiche quanto mai attuali, sui social network e sulle nuove frontiere del giornalismo. Rachel infatti indaga sui crimini passati producendo dei podcast – un caso eclatante italiano, per ricordarne uno tra gli ultimi, è quello di Veleno del giornalista Pablo Trincia – che attirano molti ascoltatori e sanno dividere le opinioni del pubblico.
In questo romanzo si parla principalmente di abusi e violenze sessuali, e nonostante l’autrice utilizzi un linguaggio non cruento, per quanto possibile, è inutile negare quanto possa essere gravosa la lettura di una storia irreale ma che tanto assomiglia ad avvenimenti reali, della nostra triste quotidianità. La Goldin però fa qualcosa in più oltre a raccontare, si interroga e ci interroga: perché nei casi di violenza si tende a colpevolizzare la vittima?

Come mai in tribunale è la vittima a dover parlare, e fare valere la propria parola, mentre il presunto carnefice può rimanere in silenzio e essere anche giudicato innocente laddove la vittima non riesca a parlare di un evento tanto traumatico? L’autrice mette in evidenza tutte le mancanze, e i difetti, di un sistema processuale. “La spiaggia” è un romanzo che dietro alla sua facciata di opera noir riesce a evidenziare le mancanze della nostra società nei confronti delle vittime, e delle donne in maniera particolare, sottolineando come l’opinione pubblica e lo stesso sistema giudiziario non siano in grado di offrire protezione, o quanto meno comprensione. Sul piatto però la Goldin mette anche un caso vecchio di ormai venti e più anni, e su quello indaga come avviene in un classico thriller, senza mai però far distogliere l’attenzione ai lettori che si sentono coinvolti e riescono a immedesimarsi nella lettura. Qualcuno potrebbe definire questo romanzo “troppo femminista”, ma io lo vorrei definire semplicemente umano.

Adriana Pasetto


La scrittrice:
Megan Goldin ha lavorato come corrispondente per Reuters e diverse testate giornalistiche, coprendo guerre, terrorismo internazionale e crolli finanziari in Medio Oriente e Asia. Il suo libro d’esordio, Escape Room, è stato tradotto in dieci Paesi. La spiaggia è il suo secondo romanzo. Per Einaudi ha pubblicato La spiaggia (2021).