François Gravel – I vecchi libri sono pericolosi

513

Editore EL
Anno 2021
Genere Horror
96 pagine – brossura e epub
Traduzione di Costanza Piccoli
Età di lettura da 9 anni


Attenzione: questa recensione è opera di bambini, grazie all’iniziativa di far leggere a loro – e non agli adulti – i libri per bambini. Questa volta Francesco e Roberto Rossi hanno letto il libro di François Gravel, intitolato “I vecchi libri sono pericolosi” pubblicato dalla casa editrice EL e questa è la loro recensione.

“I vecchi libri sono pericolosi” è un libro horror che racconta la storia di Mathieu, uno studente, appassionato di basket. Un giorno, Mathieu si appisola durante una lezione di grammatica e il professore Robillard, per punizione, lo manda in biblioteca.

Qui conosce Viateur Leclerc, il bibliotecario, un uomo molto basso, ex insegnante che era stato assente per malattia per lungo tempo. L’uomo chiede al ragazzo se vuole aiutarlo a sistemare, negli scatoloni , dei vecchi libri inutilizzati nello scantinato della scuola, in cambio di una buona paga. Mathieu accetta e il sabato successivo comincia il suo lavoro nella penombra e in mezzo alla povere. Il tempo passa e Mathieu inizia a sentire fame e sete, ma non ha con sé né cibo né acqua, stranamente anche le forze cominciano a farsi sempre più deboli e allora , cerca di uscire dallo scantinato. Tutte le porte sono chiuse a chiave, nelle varie stanze trova animali impagliati, librerie girevoli e libri sparsi ovunque. Nessuno riesce a sentire le sue grida, ma finalmente, arriva Leclerc che lo invita a seguirlo per mostrargli la sua “incredibile collezione “.

La fine del libro è veramente inaspettata, spaventosa e mette i brividi.

L’atmosfera, in tutto il racconto, è sempre inquietante e piena di suspense.

Inizialmente, la storia sembra un po’ troppo lenta perché ci sono molte descrizioni degli animali impagliati, della lentezza del montacarichi che fatica a scendere nello scantinato e della mancanza di forze e respiro di Mathieu. Poi, invece, la fine è più accelerata e piena di tanti colpi di scena.

Le illustrazioni sono spaventose e ricche di dettagli come il busto del corpo umano in cui si vedono tutti gli organi interni oppure il cranio sul manuale di frenologia e ipnosi, i rettili… per non parlare del bambino seduto al banco, quando abbiamo scoperto cos’era veramente!

Il libro ci è piaciuto molto perché ci ha tenuto con il fiato sospeso fino all’ultimo, anche se, ci aspettavamo una fine un po’ meno terrificante.

Francesco e Roberto Rossi (con il grande aiuto della mamma Sonja)


Lo scrittore:
Autore di oltre 100 libri premiati con numerosi riconoscimenti, François Gravel ha il raro talento di rivolgersi con lo stesso contagioso piacere a tutti i pubblici, grandi e piccini. Dimostrando un umorismo inimitabile, sa anche essere tenero o serio a seconda dei lavori. Al Québec Amérique, ha firmato diversi libri eccezionali, tra cui Ostende, La Cagoule e la serie Klonk .