Lost in translation #9: Catriona Ward – Sundial

599

Editore Tor Nightfire
Anno 2022
Genere: Thriller, Suspense, Mistery, Crime
304 pagine – cartonato e epub


[English text further down]
Qualche settimana fa mi sono imbattuto nell’ultimo romanzo di Catriona Ward “La casa in fondo a Needless Street” (Leggi recensione:
https://contornidinoir.it/2022/02/catriona-ward-la-casa-in-fondo-a-needless-street-2/) e mi sono innamorato del suo modo tortuoso di gestire la psicologia intima dei personaggi in una trama incredibilmente avvincente. È una delle autrici che ho scoperto di recente che mi ha lasciato a bocca aperta. In meno di due mesi la Ward ha completamente conquistato la mia attenzione e ha stuzzicato la mia curiosità come nessun altro.

Rob sognava una vita normale e i suoi sogni sono diventati quasi realtà: un marito (traditore), due adorabili figlie, una bella casa e buoni amici. Callie, la figlia maggiore, è la prima fonte di preoccupazione per Rob: raccoglie minuscole ossa, parla con amici immaginari e ha comportamenti pericolosi nei confronti della sorella minore. Ricorda a Rob la stessa oscurità che ha vissuto con sua sorella gemella durante l’infanzia, riportandola a un passato scomodo a lungo sepolto sotto le sabbie roventi del deserto. Rob ha bisogno di portare alla luce quei vecchi ricordi per esorcizzare un presente che sembra essere la copia esatta della sua vita passata, ha bisogno che Callie conosca le sue radici per non cadere negli stessi errori.

La forza dell’autrice è nei suoi personaggi. In una manciata di parole il lettore si sente emotivamente coinvolto, empaticamente incollato ai sentimenti magistralmente plasmati con penna e calamaio. Ogni attore gioca a testa o croce con la faccia più oscura dell’anima spostando il suo ruolo da protagonista ad antagonista: non si ha la netta sensazione di chi sia il buono o il cattivo finché non si arriva all’ultima pagina del libro.
Questa ambivalenza di comportamento fa viaggiare la trama sulle montagne russe creando suspense fino alla fine. Ogni tassello del puzzle si incastra al momento giusto rivelando una piccola porzione di uno schema fluido che sembra mutare, adattandosi ai fatti fino a quel momento raccontati. Sebbene questo tipo di libro possa essere impegnativo per alcuni, è anche un’esperienza eccitante per determinati tipi di lettori.

Sundial mi ha catturato fin dall’inizio, la storia è coinvolgente e ben ritmata con la giusta atmosfera lungo i capitoli che pressano il lettore con quella sensazione oscura e inquietante di un pezzo mancante del puzzle che nasconde il vero senso di tutto.
“Sundial” mi è piaciuto più di “La casa in fondo a Needless Street”. Quest’ultima è una storia ben scritta e avvincente sui labirinti di una singola mente, mentre il primo descrive universi paralleli di menti multiple legate ad eventi appartenenti al passato che ancora plasmano il presente.
Il libro ha bisogno di essere letto senza distrazioni: non va assolutamente confrontato con le storie precedenti della Ward, ogni passo falso potrebbe portare a uno spoiler indesiderato. Non bisogna neanche avere la presunzione di capire l’intera trama perché si è fan dell’autrice: sbaglieresti al 100%.

Matteo Bordoni


Some weeks ago I stumbled upon Catriona Ward’s last novel “The Last House on Needless Street” (Read review: https://contornidinoir.it/2022/02/catriona-ward-la-casa-in-fondo-a-needless-street-2/) and I felt in love with her twisty way of managing her characters’ intimate psychology into an incredibly gripping thriller plot. She is one of the author I recently discovered who has left me mouth agape. In less than two months Ward utterly won my attention and piqued my curiosity like nobody else.

Rob dreamed of a normal life and her dreams have almost became true: a (cheating) husband, two lovely daughters, a nice house and good friends. Callie, the eldest daughter, is Rob’s fist source of concern: she collects tiny bones and speaks with imaginary friends and has dangerous behaviours toward her young sister. She reminds Rob the same darkness she experienced with her twin sister in her childhood, bringing her back to an uncomfortable past long buried under the scorching sands of the desert. Rob needs unearthing those old memories to exorcise a present that seems to be the exact copy of her past life, needs Callie knowing her roots not to fall in the same mistakes.

The author’s strength is in her characters. In a handful of words she can make the reader emotionally invested, empathically glued to the feelings masterfully molded with quill and inkwell. Each actor play head or tails with the soul’s darkest face shifting its role from protagonist to antagonist: one never knows who is the good or the bad one until one reaches the last page of the book.
This ambivalence of behaviour puts the plot on a rollercoaster building up suspense until the very end. Each piece of the puzzle fits at the right time revealing a little portion of a fluid scheme that seems changing, adapting itself to the facts so far told. While this type of book can be challenging for some, it can be an exciting experience to certain type of readers.

Sundial hooked me from the beginning, the story is engaging and well-paced with the right atmosphere through the chapters pressing the reader with that dark and uneasy feeling of that missing piece of the puzzle hiding the actual sense of all.
I enjoyed “Sundial” more than “The Last House on Needless Street”. The latter is a well written and compelling story about the labyrinths of one mind. The fist one describe parallel universes of multiple minds linked to events belonging to the past still molding the present.
The book needs a deep dive in the reading: don’t compare this novel to Ward’s previous stories, every misstep could lead to an unwanted spoiler. Don’t even think to figure out the entire plot with the presumption to be one of the author’s fan: you’ll be totally wrong.

Matteo Bordoni


La scrittrice:
Catriona Ward è nata a Washington, DC ed è cresciuta negli Stati Uniti, in Kenya, Madagascar, Yemen e Marocco. Si è laureata al Master in Scrittura Creativa presso l’Università dell’East Anglia. Stephen King ha elogiato il suo ultimo thriller gotico, dicendo: “Il brusio intorno a La casa in fondo a Needless Street di Catriona Ward è reale. L’ho letto e sono rimasto sbalordito. È un vero distruttore di nervi che mantiene i suoi strabilianti segreti fino alla fine. Non ho letto nulla di così eccitante da GONE GIRL.”
Il suo nuovo libro, SUNDIAL, è stato pubblicato anche nel Regno Unito da Viper.