Philip D. Kutnetsov – The Butcher. Il risveglio di Steven

875

Philip D. Kutnetsov, nato nel 1960 a Cavein-Rock (Illinois) da madre cinese e padre fuggito dall’Unione Sovietica, vaga per gli Stati Uniti a bordo di un vecchio Winnebago col suo cane Chewbecca. Ha avuto ogni vizio, ha viaggiato in tutto il mondo e soggiornato per vent’anni in Italia.

Dal 5 Maggio nelle librerie e sugli store on line, sarà disponibile il suo romanzo d’esordio intitolato “The Butcher. Il risveglio di Steven“, pubblicato da Vallecchi Editore e questa la sinossi:

«Si fermò indirizzando a terra la Maglite e la vide. Stesa nel fosso di scolo che faceva da confine tra la strada e il bosco. Un lungo ed elegante abito da sera nero, un piede con una décolleté dal tacco a spillo e l’altro senza. Lo spacco mostrava le calze lacerate.»
Una sera d’inverno, dopo il lavoro in macelleria l’italoamericano Steven Minelli torna nella sua casa isolata adiacente al bosco. Dopo cena, mentre sta suonando la chitarra, dalla finestra vede arrivare dei fari. Un’auto si ferma, poi un grido, una portiera sbatte. Incuriosito va a dare un’occhiata con la torcia elettrica scoprendo in un fosso una donna in abito lungo ferita gravemente alla gola. Steven la porta dentro e sul tavolo di cucina, utilizzando il kit medico in dotazione all’esercito americano, le salva la vita. Da qui inizierà un’avventura rocambolesca che lo obbligherà a fare i conti col passato e ad agire portando alla luce una vicenda che lega politica, denaro e pedopornografia.