Diego Di Dio – Ultimo sangue

319

Editore La Corte Editore / Collana Underground
Anno 2022
Genere Thriller
366 pagine – brossura e epub


“Ci sono ferite profonde, troppo profonde per essere guarite dal tempo. Ci sono tagli che continuano a scavare sottopelle, giorno dopo giorno, finché non arrivano all’osso, finché non si trovano uno spazio perenne dentro il corpo, tra le pieghe e i tessuti. E allora le ferite diventano cancro, diventano lacune che non si possono colmare.”

Una storia intensa, toccante, spietata quella che Diego Di Dio consegna al lettore con il suo nuovo romanzo Ultimo sangue. Al centro di tutto Alisa e Buba, due killer professionisti dal passato difficile, coinvolti in una guerra di mafia sullo sfondo di una Napoli nera, mefitica, che colpisce come un pugno nello stomaco. Una storia di sentimenti profondi, di dolore e vendetta, ma anche di riscatto e speranza, di quel bisogno di evadere da un destino che sembra ormai inesorabile ma che può forse ancora essere redento. Una trama ben costruita che si alimenta di colpi di scena e flashback che rivelano ogni volta qualcosa di più dei personaggi e del loro vissuto, avviluppando il lettore in un intrico di storie ed emozioni che si svelano e si risolvono tutte in un finale che non delude, lasciando nel cuore il riflesso di quel dolore impietoso che pervade la vita di queste anime dannate.

Un romanzo scritto molto bene, curatissimo in ogni suo elemento, dove nulla è lasciato al caso e dove ogni parola, ogni storia e ogni emozione si fondono lasciando nel lettore sentimenti profondi. Perché, oltre alla trama gialla indubbiamente ben riuscita, quello che resta del romanzo di Diego Di Dio è l’eco delle anime dei personaggi che lo popolano, tutti convincenti, con i loro tratti ben delineati e specifici, ognuno con le proprie debolezze, i propri punti di forza, quella caratterizzazione che lascia nel lettore la voglia di scavare, di approfondire, di scoprire i legami sottesi, quel filo che si dipana e li tiene stretti, tutti, nessuno escluso, destinato a segnare il destino di ognuno di loro. E ci si ritrova così non solo a riflettere sulle tangibili conseguenze delle ferite dell’anima e sulla potenza dei sentimenti che ne scaturiscono, primi fra tutti l’odio e la sete di vendetta, ma anche a scoprire che, paradossalmente, in mezzo al buio più nero è possibile individuare una luce, è possibile intravedere una speranza, che nasce spontanea dall’amore più puro e innocente, finendo così a sovvertire le certezze, a fare il tifo per i cattivi, quei killer che ammazzano per mestiere, che uccidono senza pietà, eppure rivelano un cuore, un’anima, un passato impietoso che non si dimentica e dal quale non si riesce a prescindere.

Un romanzo che pone il lettore di fronte alla complicata realtà del dolore vero, quello viscerale che pervade ogni riga, che travolge e annienta, che lascia sgomenti e disorientati, rivelando come i tagli dell’anima siano capaci di sfumare i confini, creare zone d’ombra, segnare inesorabilmente un destino cambiando nel profondo una vita, un’anima, facendole percorrere strade non previste, ma lasciando nel cuore quel bisogno unico di speranza e redenzione in grado di interrompere quella spirale d’odio destinata a fagocitare tutto ciò che le ruota intorno.

Un accenno in conclusione merita anche la copertina del romanzo, capace di evocare le atmosfere della storia grazie a un’immagine originale che rimane impressa suscitando l’immediata curiosità del lettore.

Linda Cester


Lo scrittore:
Diego Di Dio è scrittore, editor, docente di scrittura e di editoria, ed è fondatore dell’agenzia letteraria Saper Scrivere. Ha pubblicato diversi racconti con Giallo Mondadori e Delos Digital, ricevendo anche la menzione d’onore al Gran Giallo di Cattolica 2014. Con Fanucci, invece, ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, Fore Morra. Ultimo Sangue è il primo libro con La Corte.