Åsa Larsson – Le colpe dei padri

579

Åsa Larsson è cresciuta a Kiruna, nella Lapponia svedese. Ha lasciato la carriera di avvocato fiscalista per dedicarsi alla scrittura e ha scalato le classifiche internazionali con la serie poliziesca di Rebecka Martinsson, tradotta in più di venti lingue: sei episodi, di cui due finalisti e tre vincitori dei più importanti premi nordici dedicati al genere. I suoi libri sono diventati anche una serie tv. Åsa Larsson ha due figli e vive a nord di Stoccolma.

Sarà disponibile in libreria dal 22 novembre il suo romanzo “La colpe dei padri”, edito da Marsilio, di cui vi riportiamo la trama:

Börje Ström è un pugile che in Svezia tutti conoscono, non solo per i suoi eccezionali successi sul ring, ma anche per l’infanzia segnata dalla misteriosa scomparsa del padre. Quando dopo quasi sessant’anni ne viene ritrovato il corpo, perfettamente conservato, nel freezer di un vecchio alcolizzato, Rebecka Martinsson, incalzata dal medico legale che l’ha accompagnata per tutta la sua carriera a Kiruna, decide di riaprire il caso. In realtà, il procuratore capo ha tante cose per la testa: la sua vita privata è un gran caos, e oltretutto le indagini sul padre del campione di boxe si rivelano collegate a un capitolo buio del passato della sua famiglia, mettendola nella scomoda situazione di un conflitto d’interessi. Chi era veramente il padre di Börje Ström? E cosa lo legava alla madre di Rebecka? In un epilogo letteralmente mozzafiato, Åsa Larsson tira le fila della sua serie con una storia ricca di emozione e colpi di scena, che ha acceso l’entusiasmo nei milioni di lettori che l’hanno sempre seguita con passione. Leggerete di incontri di boxe e avvertirete l’intensità di ogni singolo colpo. Troverete l’amore, per gli esseri umani e per gli animali. E potrete percepire un cuore che batte per Kiruna e le sue terre aspre, con tutta la forza della natura seducente e selvaggia a nord del circolo polare artico.