Karin Slaughter – Frammenti di lei

1315

Editore HarperCollins Italia
Anno 2018
Genere Thriller
488 pagine – rilegato e ebook
Traduzione di A. Ricci

[divider] [/divider]

Andy e sua madre, Laura, stanno pranzando in un centro commerciale per festeggiare il trentunesimo compleanno di Andy. Doveva essere un pomeriggio tranquillo tra madre e figlia, ma una sparatoria le coinvolge in prima persona cambiando per sempre le loro vite.
Andy pensava di conoscere sua madre, di sapere tutto di lei, logopedista dedita al lavoro con l’unico desiderio di avere una vita tranquilla, eppure quel giorno, Andy capisce che in realtà sua madre non è chi ha sempre fatto credere di essere.
Infatti Laura ha nascosto la sua vera identità per anni e adesso che l’attenzione di tutti è su di lei, nessuno crede alla sua innocenza.
Andy compirà quindi un viaggio, che la porterà a ricostruire tassello per tassello tutta la vita di sua madre, perché svelare la verità è fondamentale per il loro futuro.

Karin Slaughter torna nelle nostre librerie con un romanzo dalla trama estremamente complessa e profonda. L’autrice al brivido dell’adrenalina predilige una narrazione lenta e descrittiva, addentrandosi all’interno della psicologia e delle personalità delle protagoniste, due donne legate da un affetto naturale. Ma quando può spingersi oltre la propria ragione il bene di una figlia nei confronti della madre?

Andy è una giovane donna ancora confusa riguardo al suo futuro e l’unica certezza che aveva era il rapporto speciale con Laura, la donna che l’ha messa al mondo e per cui darebbe la vita.
Adesso è piena di dubbi, non sa più chi sia la persona che l’ha cresciuta e le uniche certezze che aveva si sono frantumate. Il suo sconforto e la sua crisi esistenziale vengono affrontati con uno stile ridondante e inizialmente troppo prolisso, ma proprio per questo efficace, infatti la sensazione di smarrimento che Andy prova è chiara e limpida.
Si entra subito in empatia con lei, perché la sua frustrazione e il suo senso di angoscia diventano presto sensazioni che proviamo anche noi con lei.

Se l’inizio fatica a decollare, il proseguimento è un viaggio ad alta quota dove non ci si riesce a staccare dalle pagine, perché colpo di scena dopo colpo di scena, agonia dopo agonia, l’autrice fa completamente appassionare alla storia, rendendola unica e ansiogena – complici anche i continui salti temporali tra il 1986 e il 2018.
Karin Slaughter gioca continuamente con il lettore, riempiendolo di dubbi fino al colpo di scena finale.

Una storia che pur lontana dalla nostra realtà, riporta tematiche quotidiane, come il legame tra madre e figlia e l’amore incondizionato che le unisce, ma soprattutto che le menzogne sono parte imprescindibile della nostra vita, e neanche i rapporti più limpidi ne sono esclusi. Le maschere, per quanto bene riusciamo ad indossarle, prima o poi vanno lasciate cadere, per mostrare i “frammenti” che compongono la nostra essenza, perché la verità, prima o poi, trova sempre il modo di tornare a galla.

Laura e Chiara Ricciardi – Sister’s books

[divider] [/divider]

La scrittrice:
Karin Slaughter, autrice da 35 milioni di copie nel mondo, è tradotta in 37 lingue. I diritti televisivi sono stati acquisiti da Bruna Papandrea, produttrice di note serie tv come Gone Girl, Wild, e Big Little Lies. Sulla scia dei successi internazionali di Quelle belle ragazze e La figlia modello.
Qui il blogtour organizzato per l’uscita del romanzo Frammenti di lei.