Francesca Battistella – La verità dell’acqua

890

Francesca Battistella, napoletana, vive a Lugano, ma conosce bene la zona del Cusio.
Nota al grande pubblico prima con la commedia nera Re di bastoni, in piedi (2012)
e poi per la serie dei tre gialli con protagonista la profiler Costanza Ravizza, ambientati tra il lago d’Orta e la costiera sorrentina: La stretta del lupo (2014), Il messaggero dell’alba
(2015), La bellezza non ti salverà (2017). Tutti questi libri, editi da Scrittura & Scritture,
accolti dal favore di lettori, librai e critica, vantano numerose ristampe.

Sarà disponibile in libreria dal 24 ottobre il suo romanzo “La verità dell’acqua”, edito da Scrittura & Scritture, di cui vi riportiamo la trama:

Gozzano 2017. Giuseppe, giovane agente immobiliare, è felice per la buona riuscita della
vendita di un’antica dimora abbandonata da anni, di ombrosa bellezza e affacciata sul lago
d’Orta. Durante i lavori di ristrutturazione, da quella villa sembra riemergere un vecchio
episodio di cronaca nera: la scomparsa, trent’anni prima, della giovane Lucia e del cognato Corrado, operaio della fabbrica tessile Bemberg. In paese pare che tutti abbiano dimenticato in fretta. Giuseppe, curioso per natura, cerca di scoprirne di più. Da novello investigatore scava nel passato, negli articoli dei giornali dell’epoca, fa domande sugli scomparsi, ma trova solo reticenza o fantasiose ipotesi. E come nei cruciverba che lui ama tanto risolvere, questa volta gli incroci non combaciano. Francesca Battistella, abile tessitrice di un doppio filo narrativo, quello dell’operosa Gozzano anni Ottanta e quello dei giorni nostri, ricama un caleidoscopio di personaggi, ironici, oscuri, belli o tenebrosi, ma tutti tremendamente umani, incastonando le loro storie tra i luoghi del Cusio e nelle suggestive ville che come tanti occhi guardano sulla vastità del lago, in apparenza placido e calmo.
“Ci sono persone a questo mondo destinate a non pagare mai per il male che hanno fatto.
E questa è una cosa che non sopporto.”