Graeme Macrae Burnet – La scomparsa di Adele Bedeau

894

Editore Neri Pozza / Collana
Anno 2019
Genere Noir
240 pagine – brossura e epub
Traduzione di Simona Fefè


Graeme Macrae Burnet è un autore scozzese nato e cresciuto a Kilmarnock e ha vissuto a Praga, Bordeaux, Porto e Londra. Attualmente vive a Glasgow, in Scozia. La scomparsa di Adele Bedeau è il suo primo romanzo col quale ha vinto lo Scottish Book Trust New Writer Award nel 2013. Burnet aveva in realtà già presentato questo romanzo nel 1981 ma il manoscritto era stato respinto dagli editori per essere poi pubblicato negli anni successivi ma senza grandi riscontri, finendo fuori catalogo. Neri Pozza ci propone nel 2019 l’edizione italiana di questo grande romanzo, insieme al già pubblicato Progetto di sangue.

Adèle indossava una gonna corta nera e una camicetta bianca. Allacciato in vita aveva un grembiulino con una tasca in cui teneva il blocchetto per le comande e il panno per pulire i tavoli. Era una ragazzona bruna con un didietro abbondante e seni generosi e pesanti.

Siamo a Saint-Louis, una piccola cittadina al confine tra Francia e Svizzera, dove Adèle lavora come cameriera al Restaurant de la Cloche, ristorante in cui è possibile trovare ogni sera gli stessi abituali clienti: tra questi Manfred Baumann. Manfred è un anonimo direttore di banca, assunto grazie all’influenza della famiglia; un uomo timido e goffo che al ristorante insegue Adèle con lo sguardo soffermandosi sul pizzo che si intravede dalla camicia; un uomo solitario che genera sospetti, poco incline a cambiare le proprie abitudini. È in questo contesto che una sera, la giovane Adèle, dopo aver scambiato poche parole con Manfred, scompare nel nulla.

«Sto indagando sulla scomparsa di Adèle Bedeau» dichiarò Gorski. […] «Forse parlare di scomparsa è prematuro. Due giorni fa c’era, e adesso non c’è più. Nessuno sa dove sia. Quindi, a tutti gli effetti, è svanita».

Gorski, ispettore della polizia locale, sarà colui che indagherà su questa scomparsa: sposato con una donna che non lo ritiene abbastanza bravo, abbastanza importante, abbastanza adatto alla società, dovrà fare i conti non solo con la sparizione della giovane ragazza bensì con un caso di molti anni prima che da sempre lo perseguita. È infatti da quel primo caso, la morte di una giovane nei boschi di Saint-Louis, che Gorski torna in quella radura, cercando di capire come la ragazza sia morta e chi sia l’assassino che gli è sfuggito in tutti quegli anni.

Gorski era diventato investigatore solo da due anni. Il suo superiore, l’ispettore Ribéry, era in vacanza sulle Alpi svizzere quando il fatto accadde e il caso finì sulla scrivania dell’ufficiale più giovane.

E Manfred, un uomo che sembra non aver nulla da nascondere, in realtà potrebbe celare un terribile segreto con cui lo stesso Gorski dovrà fare i conti, analizzando ogni dettaglio di una vita che in realtà sembra scorrere liscia, senza intoppi, in un ripetersi di azioni ed eventi: l’arrivo in banca, il pranzo al Restaurant de la Cloche, la partita a carte con gli altri avventori. Ed è proprio quando questo ciclo viene interrotto, quando il susseguirsi degli eventi muta, che cambia anche la vita di Manfred Baumann.

La ragazza si strinse nelle spalle, senza voltarsi. «Allora si potrebbe affermare che qualsiasi incontro è strano. Il nostro caso non lo è di più di qualsiasi altro».

La scomparsa di Adèle è un noir atipico in cui il lettore viene trasportato negli eventi che si susseguono uguali, lenti, quasi fossero noiosi, senza però annoiare mai. Manfred è un personaggio estremamente complesso nella semplicità delle sue azioni, dei suoi sentimenti, e si svelerà lentamente al lettore. Lettore che avrà la sensazione di sedersi al Restaurant de la Cloche, sentirà i profumi del luogo e vedrà Adèle muoversi tra quei tavoli. Un romanzo, quello di Burnet, che mostra la grande maestria dello scrittore e la poesia del classico giallo psicologico.

Adriana Pasetto


Lo scrittore:
Graeme Macrae Burnet è nato e cresciuto a Kilmarnock e ha vissuto a Praga, Bordeaux, Porto e Londra. Attualmente vive a Glasgow, in Scozia. Con il suo precedente romanzo, The Disappearance of Adèle Bedeau, si è segnalato sulla scena letteraria internazionale come uno dei nuovi importanti autori di lingua inglese.