Christopher Bollen – Un crimine bellissimo

1044

Christopher Bollen è autore di Lightning People (2012), Orient (2015; Bollati Boringhieri 2018. Miglior Libro dell’Anno per la National Public Radio statunitense) e The Destroyers (2017). Editor-at-large presso la rivista «Interview», i suoi lavori sono apparsi su «GQ», «The New York Times», «New York magazine» e «Artforum». Vive a New York City.

Sarà disponibile in libreria dal 15 ottobre il suo romanzo “Un crimine bellissimo”, edito da Bollati Boringhieri, di cui vi riportiamo la trama:

In fuga dalle loro turbolente vite newyorchesi, Nick Brink e Clay Guillory sono entrambi alla disperata ricerca di un futuro più libero e felice oltreoceano. Ma come finanziarsi una bella, e comoda, vita all’ estero? Quando i due si ritrovano sul Canal Grande a Venezia hanno già in mente un piano preciso: vendere una collezione di argenti, fasulli, a un ricco e ignaro americano che vive gli anni della pensione in un palazzo veneziano. E, grazie all’ acume di Clay e al fascino di Nick, la truffa si preannuncia un successo.
Ma estorcere denaro a un milionario è decisamente più complicato del previsto, soprattutto quando Clay e Nick si lasciano travolgere dall’ avidità. E mentre Nick cade preda della magia di una città unica al mondo, Clay deve venire a patti con quanto si è lasciato alle spalle e con il costo necessario ad annullare il proprio passato. Entrambi desiderano un futuro insieme, ma è il prezzo di più vite umane a frapporsi tra loro e i loro sogni.
Un crimine bellissimo è un romanzo su una frode, pieno di colpi di scena. Ma è anche una meditazione sull’ amore, le classi sociali, la razza, la sessualità e l’eredità della cultura bohémienne nel contesto di una Venezia bellissima come sempre.
Dopo il successo di Orient, Bollen ci regala un altro thriller letterario intricato e affascinante come i luoghi in cui è ambientato