Alan Parks – I morti di aprile

754

Alan Parks è nato in Scozia e ha lavorato per oltre vent’anni nel mondo della musica. Vive a Glasgow. Gennaio di sangue, romanzo d’esordio pubblicato da Bompiani nel 2019, è stato accolto con grande calore dalla critica e dal pubblico. Sempre Bompiani ha pubblicato gli altri due romanzi con protagonista l’ispettore Harry McCoy, Il figlio di febbraio e L’ultima canzone di Bobby March.

Dal 7 luglio sarà disponibile in libreria il suo romanzo “I morti di aprile”, edito da Bompiani, di cui vi riportiamo la trama:

Aprile 1974. Harry McCoy ha trentadue anni e un’ulcera allo stomaco. Fare il poliziotto a Glasgow non aiuta di certo, soprattutto dopo che è esplosa una bomba in un appartamento in uno dei quartieri più miseri della città. Intanto si sono perse le tracce di Donny Stewart, giovane marinaio americano di stanza nella base navale di Holy Loch, e il padre, ex ufficiale ed ex boxeur, ha attraversato l’Atlantico per cercarlo e chiede aiuto proprio all’ispettore. McCoy intuisce che i due fatti sono collegati e comincia a scavare fino a scoprire le radici di un gruppo terrorista. Come se non bastasse Stevie Cooper, l’equivoco amico di una vita, lo coinvolge in una faida tra bande rivali, mentre un’altra bomba colpisce il cuore della città. In una corsa contro il tempo, tra attentati e segreti impronunciabili, McCoy è chiamato a risolvere il mistero dei morti di aprile.