Guido Sgardoli Massimo Polidoro – I delitti di Whitechapel

362

Guido Sgardoli è uno dei più importanti e premiati scrittori italiani per ragazzi. I suoi libri hanno venduto oltre trecentomila copie e ricevuto i maggiori riconoscimenti dedicati alla letteratura per l’infanzia: il premio Bancarellino, il premio Andersen, il premio Strega Ragazze e Ragazzi. Per DeA Planeta Libri ha pubblicato Oltre il sentiero e I Grigi. Da sempre amante di Diabolik, ha deciso di scrivere un romanzo per ragazzi sul geniale ladro mascherato.

Massimo Polidoro è uno scrittore, divulgatore scientifico e docente universitario, è autore di una sessantina di libri. Co-fondatore del Cicap, insegna Comunicazione della scienza al Politecnico di Milano e all’Università di Padova, è attivissimo sui social e YouTube ed è una presenza fissa a Superquark.

Sarà disponibile in libreria dal 13 settembre il loro romanzo “I delitti di Whitechapel. Il mistero di Jack Lo squartatore”, edito da DeA, di cui vi riportiamo la trama:

Mendicanti, marinai appena sbarcati al porto, ubriaconi, ladri. Questa è la gente che si aggira per i vicoli bui e maleodoranti dell’East End di Londra. Difficile uscire da quelle strade indenne. Impossibile se sei una donna e l’ora di Jack lo Squartatore è scoccata. Sybil Conway però è quanto di più lontano dal miserabile mondo di Whitechapel. È una giovane donna acculturata e benpensante, che abita fuori Londra insieme a sua zia Elizabeth. Conduce una vita monotona e semplice, priva di grandi emozioni. Fino al giorno in cui riceve un telegramma da Scotland Yard che le rivela che sua madre è la quarta vittima dello Squartatore. Davanti a una notizia così scioccante Sybil vorrebbe provare qualcosa ma… non è facile empatizzare con la donna che l’ha abbandonata da piccola, diventando una senzatetto, una prostituta da due soldi. Zia Elizabeth in effetti sostiene che se la sia cercata. Anche i giornali, in un certo senso. Come se lo Squartatore, con le sue vittime, stesse ripulendo le strade. Sybil però non è disposta ad accettare un pensiero solo perché è la convenzione. Intende scoprire lei stessa chi fosse sua madre e perché sia stata assassinata. Ma addentrarsi per le vie di Whitechapel non è mai saggio, soprattutto se la scia di sangue lasciata da Jack lo Squartatore è ancora fresca… Un romanzo misterioso e dalle tinte oscure, che catapulta nella Whitechapel di fine Ottocento, raccontando in modo inedito le donne di Jack lo Squartatore.