Rebecca Reid – Le bugiarde

1176

Editore Piemme
Anno 2019
Genere Thriller
320 pagine – rilegato e epub


In molte opere letterarie, spesso l’incipit offre elementi per capire cosa aspettarsi dal libro: Le bugiarde, pur non avendo nessuna connotazione di genere, si apre subito con un colpo di scena, ovvero dopo un’attenta descrizione di una cerimonia che presuppone un evento gioioso, il lettore è subito scaraventato in qualcosa di tragico, un funerale, quello di Lila una delle tre “bugiarde” protagoniste del romanzo di Rebecca Reid. Lila, Nancy e Georgia sono amiche, anzi migliori amiche, dai tempi del liceo quando adolescenti, hanno condiviso gli anni di scuola prima di intraprendere studi differenti e soprattutto vite differenti.

Lila è una donna fragile che ha riversato sull’alcool la perdita di un figlio ma che da adolescente era forte, coraggiosa, ribelle pronta ad affrontare ogni situazione con spavalderia, probabilmente per contrastare la sofferenza dovuta alla perdita della mamma e sopportare le manie di giovinezza della seconda moglie del padre. Georgia è una donna alto-borghese fissata con le buone maniere e la compostezza, in lotta con una gravidanza che non arriva e che da adolescente subiva il peso di non essere abbiente e dunque di doversi guadagnare il diritto allo studio presso un collegio prestigioso quale il Reynolds House con borse di studio e comportamenti esageratamente moderati per non incorrere in sospensioni. Infine Nancy, donna di successo, leader per nascita, alla continua ricerca di conferme “fisiche” e intellettive evidenziate dalla consuetudine ad accompagnarsi a uomini più giovani e prestanti. Nancy è un’adolescente cresciuta con genitori intellettualmente impegnati che non mancano occasione per sfoggiare l’unica straordinaria figlia.

La Reid è stata brava a descrivere i diversi personaggi della storia, mostrando, di ciascuno, le sfaccettature caratteriali e come le stesse riescono a intrecciarsi, scontrarsi e amalgamarsi nelle diverse situazioni descritte. L’organizzazione di una cena da parte di Georgia presso la sua abitazione è il pretesto perché le tre amiche si riuniscano per affrontare una situazione incresciosa rimasta sospesa dai tempi del collegio. La cena non si rivela proficua, tutt’altro… Le tre donne celano con l’amicizia, profonde gelosie, azioni volte a danneggiare le altre o peggio a godere delle sventure delle altre. Non c’è sincerità alcuna nei loro comportamenti e ogni azione è volta a mettere in evidenza le proprie qualità “a differenza” di quelle delle amiche. Non si capisce come sentimenti così lontani da un vero rapporto di amicizia possano aver tenuto insieme un legame per così tanti anni, o forse si… Per far comprendere meglio i caratteri le specificità delle protagoniste e soprattutto cosa le ha condotte a comportarsi in un certo modo o ad assumere certi atteggiamenti, l’autrice alterna i capitoli che narrano le vicende del presente ai capitoli con le vicende del passato. Questa alternanza darà una visione completa del legame tra le tre “bugiarde” poiché i due racconti viaggiano quasi in parallelo in un crescendo di attenzione e tensione che sono gli ingredienti di un buon romanzo. Cercare di capire cosa unisca tre persone apparentemente diversissime non è compito facile.
Rebecca Reid non ci prova, lascia al lettore la facoltà di comprenderlo.

Luciana Fredella


La scrittrice:
Rebecca Reid è una giornalista freelance inglese. Scrive per The Telegraph, Metro ed Evening Standard, e lavora molto anche su radio e tv. Le bugiarde è il suo primo thriller, acquisito per una cifra vertiginosa dall’editore di Paula Hawkins, ed entrato nelle classifiche inglesi appena pubblicato.