Sir Steve Stevenson – Agatha Mistery. L’anello scomparso

284

Editore De Agostini / Collana Agatha Mistery
Anno 2020
Genere Giallo per bambini
144 pagine – rilegato e epub
Illustrazioni di Stefano Turconi
Età di lettura da 8 anni


Continuiamo con la rubrica dedicata ai più piccoli con i libri letti dai nostri fratelli gemelli di sette anni e mezzo Francesco e Roberto. Questa volta hanno voluto leggere questo libro di Sir Steve Stevenson, “L’anello scomparso”, della casa editrice De Agostini. Ecco le loro impressioni:

1. Cosa pensate della copertina? E delle illustrazioni del libro?
L’immagine in copertina è disegnata bene ed è molto colorata. Il colore della copertina fa capire che si tratta di un “giallo”. Le illustrazioni all’interno sono in bianco e nero, ricche di dettagli e aiutano a capire la storia.

2. Di che cosa parla il libro?
Il libro racconta di una capsula del tempo, seppellita cinquant’anni, prima da alcuni studenti, che viene misteriosamente rubata. Agatha e suo cugino Larry andranno fini in Irlanda per indagare e scoprire il colpevole. Tra i sospettati ci sono proprio gli ex studenti, i quali verranno interrogati uno ad uno…. I colpi di scena non mancheranno! Nulla sarà come sembra…. Attenzione ai dettagli!

3. Chi sono i personaggi?
I personaggi sono Agatha, una ragazzina detective molto intelligente, Larry, suo cugino, un ragazzo un po’ troppo credulone e non molto portato per le indagini. Poi c’è Finn, zio di Agatha e Larry, bravissimo modellista che sta ricostruendo un modellino in miniatura dell’Irlanda e grazie alle sue conoscenze, aiuterà i nipoti a comprendere le leggende irlandesi e a muoversi più facilmente all’interno del paese. Mr Kent è il maggiordomo e autista di Agatha, sempre pronto ad intervenire nei momenti di pericolo.

Tra gli ex studenti c’è il cuoco Paul Walsh, il figlio di un ladro, Martin, Molly ex infermiera che ha aperto un negozio di giocattoli, Patrick, un elegante uomo d’affari e Sean, uno scontroso pescatore.

4. Quali avete trovato interessanti? Perché?
R: A me è piaciuto Larry perché è un vero pasticcione e per questo si mette spesso nei guai.
F: A me invece è piaciuta Agatha perché è molto sveglia, intelligente e risolve il caso, facendo attenzione ai minimi dettagli.

5. Ci sono stati dei personaggi che non vi sono piaciuti? Raccontateci il motivo.
R: A me non è piaciuta Molly perché non è sincera e ha cercato di depistare le indagini di Agatha.
F: A me non è piaciuto Paul perché non si comporta da buon amico con Martin.

6. Pensate che la capsula del tempo possa servire a far conoscere meglio ciò che accadeva nel passato? Voi cosa ci mettereste dentro?
Sì, perché può far capire con precisione, alle persone che vivranno in futuro, come si viveva prima e quali oggetti erano usati.
Nella nostra capsula del tempo metteremmo dei libri, delle macchinine e dei Lego.

7. Cosa avete imparato da questa storia?
Abbiamo imparato che la vendetta può rovinare l’amicizia e che avere pregiudizi è sempre sbagliato.

8. Pensate che qualcosa possa portare davvero fortuna o sfortuna? Possiamo farci condizionare?
Non crediamo alla fortuna e nemmeno alla sfortuna… non ci si può far condizionare da queste cose!

9. Vi è sembrato un libro con troppe pagine?
No, le pagine ci sono sembrate poche. La storia è stata avvincente e non è mai stata noiosa.

10. Vorreste leggere altre storie di Agatha?
Certo. Il libro ci è piaciuto molto e siamo curiosi di leggere altre avventure di Agatha.

I gemelli Francesco e Roberto, con l’aiuto di mamma Sonja


L’autore:
Sir Steve Stevenson (pseudonimo di Mario Pasqualotto), psicolinguista di formazione, ha lavorato per più di un decennio nell’editoria dei giochi di ruolo in Italia e Inghilterra, curando oltre cinquanta pubblicazioni in veste di editor, traduttore e scrittore.
Ha svolto numerose attività di insegnamento e laboratorio per la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Bologna, entrando nel gruppo di ricerca per la formazione dell’identità tramite i metodi della psicologia culturale e della psicologia narrativa. Ora è impegnato interamente sul fronte della narrativa per ragazzi e della didattica creativa per avvicinare i giovani a qualsiasi forma di linguaggio capace di arricchire l’esperienza individuale.
Il suo motto è “Ogni persona è una bellissima storia”.
(fonte: https://www.luccacomicsandgames.com/it/2015/junior/ospiti/sir-steve-stevenson-mario-pasqualotto/)