Rory Clements – Nucleus

897

Editore La Corte Editore / Collana Millennium
Anno 2019
Genere Thriller politico
416 pagine – rilegato e ebook
Traduzione di Marzia Vradini Scusa

[divider] [/divider]

Bambini costretti a cambiare vita, staccarsi dai genitori, allontanarsi dal posto dove sono sempre vissuti solo per potersi salvare la vita e avere un futuro. Campi di morte e sofferenze, spie, intrighi, assassinii e la terribile minaccia della fusione nucleare da mettere in pratica per determinare le sorti del conflitto e distruggere il nemico. La seconda Guerra Mondiale è stata la cosa peggiore che potesse capitare agli uomini del Ventesimo secolo. Un secolo breve dove la malvagità ha preso il posto della compassione, l’odio il posto della misericordia, la follia omicida quello della salvaguardia della specie umana. A contribuire a questo scempio dell’irragionevolezza umana una generazione di scienziati troppo ambiziosi e concentrati sulle loro scoperte per comprendere fino in fondo l’enorme danno che le loro ricerche avrebbero portato all’umanità.
E così in un laboratorio nelle campagne di Cambridge si gioca e si determina il futuro del conflitto e le sorti dell’intero pianeta.

Cavendish è il laboratorio dove stanno studiando la fusione nucleare alcuni tra i più quotati scienziati del pianeta, una ricerca su cui tutte le potenze mondiali desiderano metterci le mani. Compresi e per primi, naturalmente, gli Stati Uniti d’America. E così a pochi mesi dall’esplosione del conflitto mondiale, il professor Tom Wilde, americano che insegna a Cambridge, viene invitato alla Casa Bianca dove il presidente Roosevelt gli ha affidato il compito di sfruttare la sua amicizia con il fisico Geoff Lancing per tenere d’occhio gli scienziati del Cavendish. È un compito inatteso e difficile per il professore che non è una spia di professione e che intrattiene rapporti molto blandi, in realtà, con gli studiosi del famoso laboratorio. Ma una volta tornato in Inghilterra, Tom Wilde non solo si ritroverà a ospitare un famoso fisico fuggito dal campo di concentramento di Dachau attraverso una rocambolesca e pericolosa operazione di salvataggio, ma scoprirà anche che la sua nuova compagna, Lidya, ha deciso di recarsi a Berlino per cercare un ragazzino scomparso durante uno dei Kindertransport organizzati per permettere a bambini ebrei di fuggire dalla Germania in Gran Bretagna e riuscire così a salvarsi. Intanto a Cavendish viene assassinato uno dei fisici più brillanti e vicini alla ricerca della fusione nucleare. A quel punto Wilde c’è dentro fino al collo e si ritroverà ad affrontare uno degli intrighi internazionali più pericolosi della storia, una cospirazione dove il fattore tempo è tutto e può decidere la sorte di molte vite.
Tom ne sarà all’altezza o soccomberà anche lui nel gioco di potere mondiale?

Nucleus è più di un thriller. È un romanzo commovente e affascinante che spinge il lettore a farsi tante domande e a riflettere sulla dannazione che ogni uomo può infliggere al suo simile. La bomba atomica è stata la scoperta peggiore che l’umanità potesse fare e che a distanza di decenni continua a tenere sotto minaccia costante tutti gli esseri viventi. Un jolly di morte che anche i paesi più democratici e all’avanguardia non temono di sventolare quando si sentono minacciati. Ma tra la fame di potere e gli equilibri di forza ci sono gli uomini in carne e ossa e a loro bisogna sempre pensare. Come a quei bambini ebrei del progetto Kindertransport: salvati per garantire il futuro dell’umanità e per cercare di comportarsi da essere umani anche mentre il resto del mondo sembrava impazzire. Rory Clements, quindi, confeziona un romanzo dove sentimento e azione si fondono meravigliosamente regalando a chi legge la sensazione di vivere in quel tempo; assaporando pagina dopo pagina la bellezza di una narrazione ben costruita, ricca di particolari e dove la creazione dei personaggi è così raffinata da costituire il valore aggiunto di Nucleus.
Molto bello anche lo stile autoriale che lascia respirare i lettori pur attraverso l’utilizzo di descrizioni e termini specifici al racconto. Davvero un bel romanzo.
Da leggere anche per non dimenticare.

Antonia del Sambro

[divider] [/divider]

Lo scrittore:
Rory Clements, autore inglese, dopo una carriera da giornalista che lo ha visto collaborare con testate nazionali come il Daily Mail e l’Evening Standard, si è dedicato a tempo pieno alla scrittura. Fin da subito, i suoi romanzi sono diventati dei bestseller in Gran Bretagna, dove sono stati selezionati tra i migliori thriller dalle principali catene di librerie. Un successo di pubblico e critica che si è ripetuto anche all’estero: i suoi libri infatti sono pubblicati in dieci Paesi.
Accostato a grandi autori come Robert Harris e John Le Carré, in Italia ha già pubblicato con Piemme il thriller Il persecutore e con La Corte Editore Corpus, il primo romanzo della serie che vede protagonista Tom Wilde.