Marco Santeusanio – Demoni

574

Editore Weird Book / Collana I narratori del buio
Anno 2023
Genere horror
228 pagine – brossura e epub
Copertina di Alessandro Amoruso


“Demoni” è una raccolta di racconti horror di Marco Santeusanio. E fin qua, bastava leggere l’intestazione di questo breve articolo. Ma l’horror, come ben sanno tutti quelli che hanno frequentato questo genere di narrativa, ha numerosissime sfaccettature. Quale horror, dunque, troverete tra le pagine di questa collezione? Si tratta di un horror che prende ai nervi, che tiene svegli, che crea incubi. L’autore non ha scelto di spaventare i suoi lettori, che gli auguriamo siano molti, descrivendo schizzi di sangue, torture e massacri. O forse le torture ci sono, ma sono psicologiche, meno brutali all’occhio (o all’immaginazione) ma forse ancora più terribili.

Ognuno dei nove racconti che compone questa antologia ha un o una protagonista; un solo individuo è al centro di ogni storia. Chi legge ne segue le azioni, le reazioni, l’inevitabile caduta nell’abisso, gli incubi che in alcuni casi sono reali, in altri… probabilmente anche. E Marco Santeusanio è bravo a presentarci ognuno di questi personaggi centrali con poche pennellate essenziali
Vale la pena elencare i titoli, già suggestivi a sé stanti, dei racconti: “La Grotta dei Desideri”; “La possessione”; “Il diavolo tra noi”; “E indossò il volto del vampiro”; “Mistero di una mente e di un cuore”; “L’intrusa”; “Quello che lui vuole”; “Cuore di mamma”; “Sempre ritornano”.

Personalmente, i racconti che mi sono piaciuti di più sono gli ultimi due. Si tratta ovviamente di un’opinione assolutamente soggettiva, ma fatto sta che “Cuore di mamma” e “Sempre ritornano” mi hanno fatto rabbrividire, in particolare nella prima parte (di entrambi), durante il crescendo iniziale, mentre la tensione cresce fino a esplodere in… in due cose completamente diverse, con conclusioni che non hanno nulla a che fare l’una con l’altra ma che sono in entrambi i casi sorprendenti, del tutto inattese e certamente ben poco rassicuranti.
Ecco, una cosa che l’autore fa bene è creare una certa aspettativa, suggerire che qualcosa di specifico sta per accadere, e poi cambiare le carte in tavola e spiazzare il lettore.
Questo libro è l’ennesima dimostrazione del fatto che il racconto è il formato perfetto per l’horror; soprattutto nelle mani di chi lo sa scrivere, come Marco Santeusanio.

Marco A. Piva


Lo scrittore:
Marco Santeusanio è nato a Napoli il 07/11/1995 e vive a Milano. Studente di media audiovisivi e comunicazione, dopo aver partecipato e avuto riconoscimenti in concorsi letterari dedicati alle scuole, in parallelo alla carriera accademica ha coltivato la sua passione per il cinema e la scrittura.
Ha frequentato scuole e laboratori, imparando dallo sceneggiatore e fumettista Diego Cajelli, dagli sceneggiatori Filippo Gravino e Corrado Morra, nonché dai romanzieri Fabio Guarnaccia, Diana Lama e Simonetta Santamaria.
Il suo cortometraggio La Sepoltura è stato selezionato nel 2018 al FI PI LI Horror Fest di Livorno e a L’Aquila Horror Festival. I suoi precedenti racconti sono stati acquisiti per la pubblicazione online su Thriller Magazine (Mostri) e dalla casa editrice Providence Press (The Highest Search).